Apri il menu principale

Beechcraft Super King Air

Beechcraft Super King Air
Royal Air Force King Air B200 Training Aircraft MOD 45153010.jpg
Super King Air B200 in servizio con la Royal Air Force
Descrizione
Tipoaereo da trasporto executive
CostruttoreStati Uniti Beechcraft
Data primo volo27 ottobre 1972
Data entrata in servizio1972 (militare)
febbraio 1974 (civile)
Utilizzatore principaleStati Uniti USAF
Esemplarioltre 3 550
Costo unitarioUS$ 5,24-7,57 milioni (prezzo base del 2009)[1]
Sviluppato dalBeechcraft King Air
Altre variantiBeechcraft C-12 Huron
Beechcraft 1900
Dimensioni e pesi
Beechcraft King Air B200.gif
Tavole prospettiche
voci di aerei civili presenti su Wikipedia

I Beechcraft Super King Air sono una famiglia di aerei biturboelica sviluppata dall'azienda aeronautica statunitense Beechcraft e destinata principalmente al mercato dell'aviazione commerciale. La gamma King Air comprende una serie di modelli che confluiscono in quattro distinte linee: la serie Model 90, la serie Model 100 (questi modelli comprendono la gamma King Air), la serie Model 200 e la serie Model 300.[2][3][4] Gli ultimi due modelli vennero originariamente immessi sul mercato come famiglia "Super King Air", tuttavia l'appellativo "Super" venne eliminato nel 1996.[5]

La gamma Super King Air è in produzione continua dal 1974,[6] stabilendo il primato del più lungo periodo di produzione di modelli turboelica della sua classe, sopravvivendo a tutti i suoi precedenti concorrenti; dal 2009 l'unico altro modello appartenente della sua categoria è il Piaggio P180 Avanti.[1][5] Al 2016, i B200GT, B200CGT e i più grandi B300 e B300C sono i modelli in produzione.[6] Sono disponibili per la vendita anche versioni derivate per missioni speciali.[1][6]

L'aereo di linea regionale Beechcraft 1900 fu sviluppato dal Model B200 King Air.[7]

VariantiModifica

In ordine approssimativamente cronologico, varianti King Air Serie 200 e 300 e i relativi numeri di produzione sono i seguenti:

Model 200
identificazione del prototipo e della versione iniziale di produzione in serie, realizzata in 858 esemplari incluse le successive conversioni allo standard 200T;[8] il primo prototipo fu convertito nel PD 290 jet aircraft[9] e i primi tre esemplari di serie vennero consegnati allo United States Army con la designazione Model A100-1.[8]
Model A200
prima versione appositamente sviluppata per le United States Armed Forces (US Army e United States Air Force), realizzata in 75 esemplari.[8]
Model 200T
versione con serbatoi di carburante opzionali alle estremità alari, finestrini laterali a forma di cupola opzionali nella parte posteriore della fusoliera e parte ventrale modificata per consentire l'istallazione di fotocamere per la fotogrammetria aerea. Prototipo ed esemplari seguenti furono conversioni da esemplari di Model 200 con numero di serie riassegnato; 23 esemplare consegnati.[10]
Model A200C
seconda versione militare, destinata a U.S. Navy e United States Marine Corps, caratterizzata dal portellone cargo situato nella sezione LH della fusoliera posteriore, realizzata in 90 esemplari.[11]
Model 200C
versione civile equivalente all'A200C, realizzata in 36 esemplari.[12]
Model A200CT
terza versione militare, destinata a U.S. Army, caratterizzata dal portellone cargo e serbatoi di carburante alle estremità alari del Model 200T, realizzata in 93 esemplari.[12]
Model 200CT
versione civile equivalente all'A200CT; una sola conversione realizzata da un Model 200C.[12]
Model B200
ultima versione base di produzione, sviluppo del Model 200. Alla fine del 2009 gli esemplari costruiti risultavano 1 157 incluse le conversioni da alcuni Model B200T.[6][11] 12 esemplari consegnati con la designazione Model 1300s.[12] Gli ultimi esemplari vennero equipaggiati con avionica Pro Line 21.[13]
Model B200C
versione del B200 equipaggiata con portellone cargo, acquistabile su ordinazione; a fine 2009 112 esemplari costruiti,[6][12][14] di questi 47 destinati alla United States Air Force come C-12F.[12] Gli ultimi esemplari vennero equipaggiati con avionica Pro Line 21.[13] Un totale di altri 65 esemplari, dalle specifiche simili al B200C, vennero costruiti per le United States Armed Forces.[12]
Model B200T
versione del B200 simile al Model 200T; conversioni ricavate dai Model B200 e reimmatricolate. 23 esemplari consegnati.[6][13][15]
Model B200CT
versione del B200C dotato di serbatoi supplementari di combustibile alle estremità alari; tutti gli esemplari sono delle conversioni dai B200C già prodotti e reimmatricolati. Otto esemplari consegnati, alla Marina de Guerra del Perú (marina militare peruviana) e alla Heyl Ha'Avir (aeronautica militare israeliana).[12][16][17] Altri due esemplari simili realizzati per la Heyl Ha'Avir sono privi di una designazione ufficiale.[13]
Model B200 (commercializzato come King Air 250)
variante caratterizzata da nuove eliche Hartzell in materiale composito e pale "a scimitarra", alette d'estremità di nuova generazione e dispositivo Ram Air Recovery System; può operare da piste corte come il B200GT.[18][19][20][21]
Model 300
commercializzato in due versioni, il Model 300 standard caratterizzato da un peso massimo al decollo (MTOW) incrementato a 6 300 kg (14 000 lb) destinato al mercato nazionale e il Model 300LW con MTOW limitato a 5 700 kg (12 500 lb) per rispondere ai regolamenti aeronautici di diverse nazioni straniere; 247 esemplari costruiti inclusi 35 Model 300LW, due Model 300 modificati e altri 17 costruiti espressamente per la FAA per utilizzarli nella calibratura delle apparecchiature per la navigazione aerea (ATON o navaid).[4][6][15][22]
Model B300 (commercializzato come King Air 350)
variante allungata caratterizzata da scompartimento con due finestrini in più per lato nella parte anteriore della fusoliera e alette sulle estremità alari;[22] in produzione come King Air 350i e King Air 350iER. A fine 2009 risultavano 687 esemplari costruiti, inclusi 42 esemplari dall'incrementato raggio d'azione e identificati come 350ER.[6] Gli ultimi esemplari vennero equipaggiati con avionica Pro Line 21.[13]
Model B300C (commercializzato come King Air 350C)
versione del B300 dotata di portellone cargo; disponibile su ordinazione come 350iC e 350iCER. A fine 2009 risultavano 35 esemplari costruiti, incluso un esemplare destinato alle Forze aeree svizzere modificato per missione di sorveglianza aerea e cinque modificati prima della consegna con attacchi subalari e identificati come 350CER.[6][13] Gli ultimi esemplari vennero equipaggiati con avionica Pro Line 21.[13]
Model B200GT
versione migliorata del B200, al 2009 versione base di produzione per il mercato civile; A fine 2009 realizzata in 97 esemplari.[6]
Model B200CGT
versione migliorata del B200C; acquistabile su ordinazione, al 2009 nessun esemplare costruito.[6]
Model B300 (commercializzato come King Air 350i)
versione migliorata del B300 caratterizzata dall'aggiornamento degli interni, certificata nel dicembre 2009.
Model 1300 Commuter
B200 configurato come aereo di linea regionale, caratterizzato da cabina di pilotaggio per due membri dell'equipaggio più scompartimento passeggeri per 13 posti, dotato di due uscite di sicurezza overwing invece della singola prevista per i modelli standard e di uno scompartimento bagagli ventrale opzionale da 206 kg (455 lb) belly cargo pod; un compartimento bagagli situato nel naso venne ricavato dalla ricollocazione dell'avionica in altre parti del velivolo. Realizzato in 14 esemplari tra il 1989 e il 1990.

UtilizzatoriModifica

Sono più di 6 600 gli esemplari della gamma King Air consegnati, gestiti da aziende private per gli spostamenti dei propri dipendenti, e in ambito commerciale, militare e per operazioni umanitarie in più di 94 paesi in tutto il mondo.[23] Quasi il 53% dei modelli consegnati appartengono alla serie 200/300.

CiviliModifica

 
Il B200 King Air "Amaalik" della Air Greenland in sosta all'aeroporto di Nuuk, Groenlandia .

Il King Air è utilizzato da molte aziende e utenti privati, inoltre è soventemente impiegato come aereo da trasporto leggero e da collegamento da organizzazioni sia governative e che non governative. Nell'ambito dell'aviazione commerciale trova impiego nelle compagnie di aerotaxi e nelle compagnie aeree che lo utilizzano per voli charter.

GovernativiModifica

  Australia
30 B200C e 2 B300C in servizio all'agosto 2019.[24]
  Costa Rica
1 B250 ordinato nel 2018.[25]

MilitariModifica

 
Le nazioni che operano con i Super King Air nelle loro forze aeree.
 
Il Cormoran della Aviación Naval argentina.
 
il B200 dell'Air Wing delle Armed Forces of Malta nel 2012.
  Algeria
3 aerei utilizzati per il pattugliamento marittimo ed equipaggiati con il radar Leonardo T-200 Gabbiano e camere ad infrarossi Wescam MX-15i.[27]
  Angola
  Arabia Saudita
  Argentina
  Australia
  Bahamas
  Bolivia
  Botswana
1 consegnato ed operativo al marzo 2017.[33]
  Burkina Faso
1 B200 consegnato ed in servizio al maggio 2018.[32][34][35]
  Cambogia
operava con un Super King Air nel 2001.[36]
  Canada
3 King Air 350ER (Extended Range) da ricognizione e sorveglianza ordinati ad ottobre 2018, dotati di 3 torrette elettro-ottiche MX-15D, 3 MWS AN/AAR-47B(V), 3 dispenser per contromisure AN/ALE-47 e 3 ricetrasmettitori VORTEX Dual RF in banda Ku.[37][38]
  Colombia
9 King Air 300/350 in servizio al luglio 2018.[39][40][41]
opera con 8 velivoli all'ottobre 2017.[40][43][44]
  Corea del Sud[senza fonte]
  Costa d'Avorio
1 B200 ed 1 B350 consegnati, al gennaio 2019 risulta in organico il solo B350.[45]
  Ecuador
1 B350 consegnato ed in servizio al luglio 2019.[46]
1 B200 in servizio al febbraio 2019.[48]
2 B250 Catpass da pattugliamento acquistati nel 1997, 2 B350 acqustati tra il 1977 ed il 1981, tutti in servizio al maggio 2019.[49][50]
  Egitto
3 B200 in servizio al giugno 2019.[51]
  Emirati Arabi Uniti
2 B350 consegnati e tutti in servizio all'ottobre 2019.[52]
  Eritrea
1 B200 in servizio a tutto il dicembre 2018.[53]
  Francia
1 B 350ER preso in leasing da CAE Aviation, e destinato ad affiancare o sostituire i 2 C-160G Gabriel nelle missioni di intelligence e di guerra elettronica.[54]
  Giappone
opera a tutto il 2017 con 7 aerei (8 consegnati tra il 2008 e il 2012), in quanto uno è andato distrutto il 16 maggio 2017.[56]
9 B350 in servizio all'aprile 2019.[57]
  Grecia
  Guatemala
  Honduras
  India
  Iraq
  Israele
  Italia
1 King Air 350ER per le operazioni SIGINT (ricognizione e sorveglianza elettronica) acquisito in leasing dall'americana L3 nel 2017.[62]
  Malaysia
  Malta
  Messico
2 B350i da ricognizione e 4 tra B300 e B350 da trasporto in servizio all'aprile 2019.[65]
1 B350 MPA e 3 B350 da trasporto in servizio all'aprile 2019.[65]
  Marocco
12 tra B100, B200, B300 e B350 in servizio al novembre 2018.[67][68]
3 Super King Air 300ER di seconda mano costruiti nel 2016 che saranno convertiti come pattugliatori marittimi.[67] Tra le dotazioni installate ci saranno vari sistemi forniti dall'italiana Leonardo, ovvero, il sistema ATOS (Airborne Tactical Observation and Surveillance), il radar AESA Seaspray 7500E, IFF, Link 11 e un sensore elettro-ottico EOST23.[67]
  Niger
2 B350 in servizio al maggio 2018.[34]
  Nigeria
3 B350 per il trasporto VIP consegnati ed in servizio all'ottobre 2018.[70]
  Nuova Zelanda
  Pakistan
4 B350 ISR più 1 B350 da utilizzare per l'addestramento degli equipaggi consegnati nel 2011-2013.[71]
5 B350 da trasporto più 2 B350 ISR da ricognizione consegnati a partire dal 2012.[73] Un esemplare da ricognizione perso in un incidente a luglio 2019.[73]
  Panama
1 Super King Air 350 consegnato a dicembre 2018, che avrà capacità di intelligence, sorveglianza e ricognizione, oltre a svolgere operazioni di ricerca e salvataggio.[74]
  Paraguay
  Perù
  Regno Unito
  Spagna[senza fonte]
  Sri Lanka
  Stati Uniti
  Sudafrica
  Sudan
1 B200 in servizio al luglio 2019.[82]
  Svizzera
  Thailandia
  Togo
  Turchia
  Uruguay
2 B200 da pattugliamento marittimo ed un B200 da trasporto in servizio all'agosto 2018.[86]
  Venezuela
5 B200 ricevuti nel 1982-1983 e 10 nuovi B350, tutti in servizio al settembre 2018.[87]
2 tra Beechcraft C90 e B200 King Air in servizio al settembre 2018.[87]
2 B200 in servizio al settembre 2018.[87]
  Yemen

Operatori passatiModifica

  Cile
Un esemplare passato al Direttorato per l'Aviazione Civile del Cile nel 2010.[senza fonte]
  Hong Kong
  Irlanda
  Svezia

NoteModifica

  1. ^ a b c 2009 Business Aircraft Comparison Charts." Business and Commercial Aviation magazine (online version). Retrieved: January 31, 2010.
  2. ^ Phillips 1992, p. 7.
  3. ^ Phillips 1992, p. 9.
  4. ^ a b Phillips 1992, p. 10.
  5. ^ a b "Raytheon Beechcraft King Air 200." airliners.net., July 30, 2006.
  6. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Hawker Beechcraft aircraft Serial Number Lists 1945 to present (PDF), su Hawker Beechcraft. URL consultato il 1º febbraio 2010 (archiviato dall'url originale l'11 aprile 2009).
  7. ^ Phillips 1992, p. 70.
  8. ^ a b c Phillips 1992, p. 83.
  9. ^ Phillips 1992, p. 66.
  10. ^ Phillips 1992, pp. 84-85.
  11. ^ a b Phillips 1992, pp. 83-84.
  12. ^ a b c d e f g h Phillips 1992, p. 84.
  13. ^ a b c d e f g (EN) Type Certificate No. A24CE (PDF), su Federal Aviation Administration (FAA), https://www.faa.gov/. URL consultato il 23 giugno 2016..
  14. ^ (EN) BL-15, su Australian civil aircraft register. URL consultato il 31 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2011)..
  15. ^ a b Phillips 1992, p. 85.
  16. ^ (EN) List of Israeli turboprops, su Laasdata. URL consultato il 6 febbraio 2010.
  17. ^ (EN) List of Peruvian turboprops, su Laasdata. URL consultato il 6 febbraio 2010.
  18. ^ (EN) Beechcraft King Air 250, su hawkerbeechcraft.com. URL consultato il 17 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2010).
  19. ^ (EN) Hawker announces new King Air model, su bizjournals.com. URL consultato il 17 novembre 2012.
  20. ^ (EN) King Air 250 Gets Hartzell Composite Prop Blades, su ainonline.com. URL consultato il 17 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2010).
  21. ^ (EN) No Rise in Dublin Airport Pax Charges, su AviationPros.com. URL consultato il 27 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2011).
  22. ^ a b Phillips 1992, p. 67.
  23. ^ (EN) Raytheon Air 200[collegamento interrotto], Aerospace technology. URL consultato il 30 luglio 2006.
  24. ^ "ABOUT THE RFDS - OUR FLEET", su flyingdoctor.org.au, URL consultato il 31 agosto 2019.
  25. ^ "Le forze aeree del mondo. Costarica" - "Aeronautica & Difesa" N. 388 - 02/2019 pag. 70
  26. ^ a b Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 32.
  27. ^ "L'Aeronautica dell'Algeria" - "Rivista italiana difesa" N. 9 - 09/2018 pp. 44-51
  28. ^ Hoyle Flight International December 13-19, 2011, p. 33.
  29. ^ Hoyle Flight International December 8-14, 2015, pp. 46-47.
  30. ^ Noticias Prefectura, su prefecturanaval.gov.ar. URL consultato il 27 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  31. ^ a b c Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 33.
  32. ^ a b Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 34.
  33. ^ "Le forze aeree del mondo. Botswana" - "Aeronautica & Difesa" N. 365 - 03/2017 pag. 70
  34. ^ a b "LES AÉRONEFS DES FORCES AÉRIENNES DES NATIONS DU G5 SAHEL EN 2018 ET EN IMAGES", su avionslegendaires.net, 10 maggio 2018, URL consultato il 8 marzo 2019.
  35. ^ "Le forze aeree del mondo. Burkina Faso" - "Aeronautica & Difesa" N. 369 - 07/2017 pag. 19
  36. ^ "Bell Dauphin 2001; 3767 : Flight Archive." Flight International. Retrieved: October 28, 2011.
  37. ^ "3 KING AIR 350ER PER IL CANADA", su portaledifesa.it, 9 ottobre 2018, URL consultato il 9 ottobre 2018.
  38. ^ CANADA TO ACQUIRE TRIO OF MAISR KING AIR 350ER AIRCRAFT", su janes.com, 5 ottobre 2018, URL consultato il 9 ottobre 2018.
  39. ^ "Le forze aeree del mondo. Colombia" - "Aeronautica & Difesa" N. 381 - 07/2018 pag. 72
  40. ^ a b "Le Forze Armate Colombiane, maestre del conflitto asimmetrico" - "Rivista italiana difesa" N. 11 - 11/2017 pp. 68-79
  41. ^ Hoyle Flight International December 8-14, 2015, pp. 35-36.
  42. ^ a b Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 36.
  43. ^ "COLOMBIAN ARMY AVIATION RECEIVES NEW CESSNA 208" Archiviato il 20 ottobre 2017 in Internet Archive., su janes.com, 20 ottobre 2017, URL consultato il 20 ottobre 2017.
  44. ^ (EN) World Air Force 2017 (PDF), su Flightglobal.com, p. 8. URL consultato il 7 novembre 2017.
  45. ^ "Le forze aeree del mondo. Costa D'Avorio" - "Aeronautica & Difesa" N. 387 - 01/2019 pag. 72
  46. ^ "Le forze aeree del mondo. Ecuador" - "Aeronautica & Difesa" N. 393 - 07/2019 pag. 70
  47. ^ a b c Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 37.
  48. ^ "LE PARC AÉRIEN DE L’AVIACION DEL EJÉRCITO ECUATORIANO EN 2019 ET EN IMAGES", su avionslegendaires.net, 25 febbraio 2019, URL consultato il 25 febbraio 2019.
  49. ^ "La Marina dell’Ecuador" - "Rivista italiana difesa" N. 5 - 05/2019 pp. 77-81
  50. ^ "LE PARC AÉRIEN DE L’ARMADA DEL ECUADOR EN 2018 ET EN IMAGES", su avionslegendaires.net, 21 ottobre 2018, URL consultato il 4 marzo 2019.
  51. ^ "L’INVENTAIRE DE L’AL-QŪWĀT AL-GAWWIYÄ AL-MIṢRIYA EN 2019 ET EN IMAGES", su avionslegendaires.net, 16 giugno 2019, URL consultato il 16 luglio 2019.
  52. ^ "Le forze aeree del mondo. Emirati Arabi Uniti" - "Aeronautica & Difesa" N. 396 - 10/2019 pag. 70
  53. ^ (EN) World Air Force 2019 (PDF), su Flightglobal.com, p. 16. URL consultato il 16 novembre 2019.
  54. ^ "Francia. King Air per l'Armèe de l'Air" - "Aeronautica & Difesa" N. 395 - 09/2019 pag. 75
  55. ^ Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 41.
  56. ^ "CRASH D’UN BEECHCRAFT LR-2 JAPONAIS", su avionslegendaires.net, 16 maggio 2017, URL consultato il 6 giugno 2018.
  57. ^ (EN) Japan Coast Guard (PDF), su kaiho.mlit.go, p. 8. URL consultato il 21 settembre 2019.
  58. ^ Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 38.
  59. ^ a b Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 39.
  60. ^ "BSF Air Wing." Border Security Force: Ministry of Home Affairs (Govt of India), June 25, 2012. Retrieved: July 7, 2012.
  61. ^ a b Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 40.
  62. ^ "King Air SIGINT per l’Italia", su portaledifesa.it, 6 febbraio 2017, URL consultato il 30 luglio 2019.
  63. ^ Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 42.
  64. ^ King Air B200, su gov.mt. URL consultato il 27 ottobre 2015.
  65. ^ a b (ES) EL PODER AÉREO DE LA ARMADA Y LA FUERZA AÉREA MEXICANA, defensa.com, 29 marzo 2019. URL consultato il 10 aprile 2019.
  66. ^ Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 43.
  67. ^ a b c "LA MARINA REAL DE MARRUECOS INCORPORARÁ EN BREVE AVIONES DE PATRULLA MARÍTIMA", su defensa.com, 8 novembre 2018, URL consultato il 9 novembre 2018.
  68. ^ "Le Forze Armate del Marocco" - "Rivista italiana difesa" N. 3 - 03/2017 pp. 64-75
  69. ^ a b c Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 44.
  70. ^ "Le Forze Armate della Nigeria" - "Rivista italiana difesa" N. 10 - 10/2018 pp. 66-77
  71. ^ "Pakistan Air Force: l'asso nella manica di Islamabad" - "Rivista italiana difesa" N. 2 - 02/2019 pp. 74-81
  72. ^ a b Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 45.
  73. ^ a b "UN SUPER KING AIR 350 DE L’ARMÉE PAKISTANAISE S’ÉCRASE EN PLEINE VILLE", su avionslegendaires.net, 30 luglio 2019, URL consultato il 30 luglio 2019.
  74. ^ "PANAMA RECEIVES KING AIR 350 AIRCRAFT", su janes.com, 12 dicembre 2018, URL consultato il 12 dicembre 2018.
  75. ^ The year 90 (1990-1999)
  76. ^ "UK converts King Air 350s into ISTAR platforms." defence-solutions.co.uk, January 13, 2009. Retrieved: February 16, 2009.
  77. ^ "Royal Navy unveils its new King Air." Archiviato il 1º marzo 2012 in Internet Archive. key.aero. Retrieved: November 17, 2012.
  78. ^ Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 48.
  79. ^ Hoyle Flight International December 8-14, 2015, pp. 51-52.
  80. ^ a b c Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 52.
  81. ^ Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 47.
  82. ^ "LES AÉRONEFS DE L’AL QUWWAT AL-JAWWIYA AS-SUDANIYA EN 2019 ET EN IMAGES", su avionslegendaires.net, 12 luglio 2019, URL consultato il 12 luglio 2019.
  83. ^ Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 49.
  84. ^ a b c Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 50.
  85. ^ Hoyle Flight International December 8-14, 2015, p. 53.
  86. ^ "VUELAN RUMBO A URUGUAY LOS TRES AVIONES CESSNA O-2 PARA LA ARMADA", su infodefensa.com, 15 agosto 2018, URL consultato il 23 agosto 2018.
  87. ^ a b c "Le Forze Armate venezuelane" - "Rivista italiana difesa" N. 9 - 09/2018 pp. 56-67
  88. ^ Yemen; US delivers 4 Air King 350 ISR aircraft Archiviato il 1º maggio 2015 in Internet Archive. - Dmilt.com, 5 June 2014

BibliografiaModifica

  • (EN) Paul Jackson, Beech King Air B200, in Jane's All the World's Aircraft 2003-2004, London, Janes Information Group, 2003, pp. 531-532, ISBN 978-0-7106-2537-3.
  • (EN) Edward H. Phillips, Beechcraft: Pursuit of Perfection, A History of Beechcraft Airplanes, Egan, Minnesota, Flying Books, 1992, ISBN 978-0-911139-11-2.

RivisteModifica

  • (EN) Craig Hoyle, World Air Forces Directory, in Flight International, Vol. 180, No. 5321, December 13-19, 2011, pp. 26-52.
  • (EN) Craig Hoyle, World Air Forces Directory, in Flight International, Vol. 188, No. 5517, December 8-14, 2015, pp. 26-53.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2012002836