Apri il menu principale

Erkki Liikanen

politico finlandese
Erkki Liikanen
Erkki Liikanen at Bank of Finland seminar, 2016 01.jpg

Commissario europeo
per il Bilancio
, il Personale e l'Amministrazione
Durata mandato 1995 –
16 settembre 1999
Presidente Jacques Santer, Manuel Marín
Predecessore Peter Schmidhuber (Bilancio)
Karel van Miert (Personale e Amministrazione)
Successore Michaele Schreyer (Bilancio)
Neil Kinnock (Riforma amministrativa)

Commissario europeo
per le Imprese
e
la Società dell'Informazione
Durata mandato 16 settembre 1999 –
11 luglio 2004
Presidente Romano Prodi
Predecessore Martin Bangemann
Successore Olli Rehn

Governatore
della Banca di Finlandia
In carica
Inizio mandato 12 luglio 2004
Predecessore Matti Vanhala
Successore -

Dati generali
Partito politico Partito Socialdemocratico Finlandese

Erkki Liikanen (Mikkeli, 19 settembre 1950) è un politico finlandese, esponente del Partito Socialdemocratico.

Negli anni Ottanta è stato segretario del Partito Socialdemocratico e ministro. Dal 1990 al 1994 è stato capo di missione presso l'Unione europea e dal 1995 al 2004 commissario europeo. Dal 2004 è governatore della Banca di Finlandia e nel 2012 ha presieduto il gruppo di esperti per la riforma della struttura del settore bancario dell'Unione europea.

Indice

BiografiaModifica

Liikanen si laureò in scienze politiche presso l'Università di Helsinki nel 1975[1].

Nel 1972 fu eletto per la prima volta membro del Parlamento, di cui fece parte ininterrottamente fino al 1990[1]. Fu vicepresidente della commissione parlamentare per l'agricoltura e le foreste tra il 1977 e il 1979, presidente della commissione per gli affari esteri tra il 1983 e il 1987 e vicepresidente del consiglio parlamentare di supervisione della Banca di Finlandia tra il 1983 e il 1987[1]. Nel 1978, 1982 e 1988 fu eletto membro del collegio elettorale incaricato di scegliere il Presidente della Repubblica[1]. Tra il 1980 e il 1989 Liikanen fu prima membro e poi presidente del consiglio di supervisione del gruppo industriale Outokumpu[1].

Tra il 1981 e il 1987 Liikanen fu segretario generale del Partito Socialdemocratico[1].

Nel 1987 Liikanen fu nominato ministro delle finanze[1]. Svolse l'incarico fino al 1990[1].

Commissario europeoModifica

Nel 1990 Liikanen fu nominato ambasciatore e capo della rappresentanza permanente della Finlandia presso l'Unione europea[1]. Dopo l'ingresso della Finlandia nell'Unione europea il 1º gennaio 1995, Liikanen fu nominato commissario europeo della Finlandia. Tra il 1995 e il 1999 fu nelle commissioni Santer e Marin[1]. Tra il 1999 e il 2004 fu nella Commissione Prodi[1].

Governatore della Banca di FinlandiaModifica

L'11 luglio 2004 Liikanen si dimise dall'incarico di commissario europeo, con alcuni mesi di anticipo rispetto alla scadenza naturale della Commissione, e il giorno successivo assunse l'incarico di governatore della Banca di Finlandia[1]. Il 16 gennaio 2012 è stato nominato dalla Commissione europea presidente del gruppo di esperti ad alto livello per la riforma della struttura del settore bancario dell'Unione europea[2]. Il gruppo ha pubblicato il suo rapporto finale il 2 ottobre 2012[3].

 Lo stesso argomento in dettaglio: Rapporto Liikanen.

Dal luglio 2008 presiede la Croce Rossa finlandese[1].

Liikanen è sposato e ha due figli[1].

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n (EN) Curriculum vitae di Erkki Liikanen (PDF), Banca di Finlandia. URL consultato il 28 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2012).
  2. ^ (EN) Creation of a high-level expert group on reforming the structure of the EU banking sector, Commissione europea, 16 gennaio 2012. URL consultato il 28 novembre 2012.
  3. ^ (EN) High-level expert group on reforming the structure of the EU banking sector, Final report (PDF), Commissione europea, 2 ottobre 2012. URL consultato il 28 novembre 2012.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN311425641 · LCCN (ENn2016019394 · GND (DE173254098