Erodiano

storico romano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Erodiano (disambigua).

Erodiano (in greco antico: Ἡρῳδιανός, Hērōdianós, in latino: Herodianus; 170250) è stato un funzionario e storico greco antico.

BiografiaModifica

Nulla di certo si sa sulle origini di Erodiano. Nativo della Siria, probabilmente di Antiochia - oppure di Alessandria - Erodiano venne sicuramente a Roma per assumere una carica pubblica, come funzionario di basso rango. Nel 192 e nel 204 era nell'Urbe, ove assistette agli spettacoli celebrati in quegli anni da Commodo e da Settimio Severo.

OperaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Storia dell'impero dopo Marco Aurelio.

Erodiano è autore di una storia degli imperatori romani (Storia dell'Impero dalla morte di Marco Aurelio) che va dalla morte di Marco Aurelio (180 d.C.) a quella di Balbino (238) e intitolata, appunto, Storia dell'impero dopo Marco Aurelio (Τῆς μετὰ Μάρκον βασιλείας ἱστορίαι), in otto libri, scritta in una lingua greca efficace ed elegante, esemplata su modelli attici.

Nel I libro Erodiano si dedica al regno di Commodo, per poi descrivere l'anarchia del 192-193, con Pertinace e Giuliano, da cui emerge vincitore (libro III) Settimio Severo, mentre a suo figlio Caracalla dedica il libro IV. Il libro V racconta dell'usurpatore Macrino e dello scandaloso regno di Eliogabalo, cui segue (VI) Alessandro. Gli ultimi due libri si occupano, rispettivamente, di Massimino e i Gordiani e Pupieno e Balbino.

Dal momento che Erodiano narra fatti di cui dice di essere stato testimone nel corso della sua vita, è verosimile pensare che si accinse al suo lavoro dopo il 238, quando doveva avere un'età pressappoco di 70 anni, probabilmente sotto l'impero di Filippo l'Arabo.

L'opera fu tradotta in latino da Angelo Poliziano nel 1493.

BibliografiaModifica

  • F. Cassola, Sulla vita e sulla personalità dello storico Erodiano, Milano, Società editrice Dante Alighieri, 1957 (estr.).
  • F. Cassola, Erodiano e le sue fonti, Napoli, L'arte tipografica, 1958 (estr.).
  • F. Cassola, Note critiche al testo di Erodiano, Napoli, L'arte tipografica, 1964 (estr.).
  • G.M. Columba, «ERODIANO». In: Enciclopedia Italiana di scienze, lettere ed arti, vol. XIV, Roma, Istituto G. Treccani, 1932.
  • A. Galimberti, Erodiano e Commodo. Traduzione e commento storico al primo libro della «Storia dell'Impero dopo Marco», Gottingen, Vandenhoeck & Ruprecht, 2014.
  • G. Martinelli, L'ultimo secolo di studi su Erodiano, Genova, Prima cooperativa grafica genovese, 1987.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN87614586 · ISNI (EN0000 0000 8065 5592 · LCCN (ENn50068736 · GND (DE118639587 · BNF (FRcb12118729d (data) · BNE (ESXX823866 (data) · BAV ADV10013539 · CERL cnp00979352 · WorldCat Identities (ENlccn-n50068736