Faro di Kõpu

Faro di Kõpu
Faro di Kõpu
StatoEstonia Estonia
ConteaHiiumaa Hiiumaa
ComuneHiiumaa (comune)
Coordinate58°54′57.48″N 22°11′58.86″E / 58.915967°N 22.199683°E58.915967; 22.199683Coordinate: 58°54′57.48″N 22°11′58.86″E / 58.915967°N 22.199683°E58.915967; 22.199683
Mappa di localizzazione: Estonia
Faro di Kõpu
Costruzione1505 - 1531
Anno di attivazione1531
Altezza36 m
Elevazione102,6 m s.l.m.
Portata26 miglia nautiche
Elenco fariNGA: 12720
Visitabile
Automatizzato1963
Segnale
lampi di 0.2 sec con intervallo di 2.3 sec. e 7.3 sec. (periodo 10 sec.)
Periodo10 s
0.2 2.3 0.2 7.3 0 0

Il Faro di Kõpu (in estone: Kõpu tuletorn) è un faro situato sulla punta occidentale dell'isola di Hiiumaa in Estonia. Attivo dal 1531, è il terzo faro più antico del mondo fra quelli ancora in attività, preceduto solamente dalla torre Hercules in Spagna e dalla Lanterna di Genova.

La portata luminosa del faro è di 26 miglia nautiche (circa 48km)[1].

DescrizioneModifica

Il faro sorge nel punto più alto dell'isola di Hiiumaa ad un'altezza di circa 68 metri, in mezzo ad un bosco e a circa 1 km dal mare. Elevandosi per 36 metri, la sommità del faro raggiunge l'altezza di 102 metri, che lo rende il faro con la luce più alta di tutto il Baltico[2]. La torre, di forma quadrata, è realizzata usando blocchi di calcare e presenta quattro massicci contrafforti, uno per ciascuno lato. Una piccola scala interna conduce alla sommità del faro.

StoriaModifica

 
Il faro su un francobollo sovietico

Agli albori del XVI secolo, l'isola di Hiiumaa era attraversata da fiorenti rotte commerciali gestite dalla lega anseatica. Con l'intensificarsi dei commerci e l'aumento del numero delle navi, la costruzione del faro si rese necessaria, per segnalare alcuni pericolosi banchi di sabbia al largo dell'isola. Nel 1500, la città di Tallinn ottenne dal vescovo della diocesi di Ösel-Wiek, di fatto governatore dell'isola, l'autorizzazione alla costruzione del faro[2]. La costruzione vera e propria cominciò nel 1505, ma i lavori si interruppero ben presto a causa dell'arrivo di un'ondata di peste e dalla conseguente carestia. Il faro venne completato nel 1531. Nel corso dei secoli il faro è stato parzialmente ricostruito nel 1659, quando passò sotto il controllo svedese e nel 1810, quando invece l'impero russo divenne egemone nell'isola. Durante il XIX secolo, il faro subì alcuni interventi di modernizzazione, come l'abbandono del fuoco libero in cima alla torre in favore di un sistema a lampade ad olio e specchi[2]. Nel 1900 venne introdotto un nuovo sistema di illuminazione ad acetilene, utilizzato fino all'automatizzazione del faro avvenuta nel 1963[2]. Nel 1997 un faro-radar ha sollevato il faro dal ruolo di supporto alla navigazione. Il faro compare nello stemma del comune di Hiiumaa.

Situazione attualeModifica

Aperto al pubblico dal 1999, nel 2004 è diventato uno dei monumenti protetti del patrimonio culturale estone[3]. Oggi il faro è il simbolo dell'isola di Hiiumaa e uno dei monumenti più famosi e visitati di tutta l'Estonia. Dalla sommità si può godere si un ampio panorama che domina sulla foresta sottostante che si estende fino al mare.

 
Il faro di notte.


NoteModifica

  1. ^ Veeteede Amet, su arquivo.pt. URL consultato il 10 settembre 2019.
  2. ^ a b c d LIGHTHOUSE TOUR, su www.hiiumaa.ee. URL consultato il 10 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 28 aprile 2010).
  3. ^ Muinas • Mälestised • 23453 Kõpu tuletorn, su web.archive.org, 19 luglio 2011. URL consultato il 10 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2011).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica