Apri il menu principale

Federico l'Olandese Volante

disc jockey, produttore discografico e personaggio televisivo italiano
Federico l'Olandese Volante
Federico l'olandese volante.jpg
NazionalitàPaesi Bassi Paesi Bassi
Italia Italia
GenereRock
Techno
Dance
Periodo di attività musicale1969 – in attività

Federico l'Olandese Volante, pseudonimo di Frederik Matthijs Van Stegeren (Deventer, 19 aprile 1950), è un disc jockey, produttore discografico, personaggio televisivo e scrittore olandese naturalizzato italiano, considerato uno dei primi disc jockey delle radio libere italiane[1][2].

CarrieraModifica

Nato il 19 aprile 1950 a Deventer, Federico cresce nei Paesi Bassi e sul lago di Garda e nel 1969 si iscrive alla facoltà di architettura all'Università di Amsterdam. Nel 1972 si unisce a Noel Coutisson, fondatore di Radio Montecarlo, e si trasferisce a Monaco entrando a fare parte dell'équipe della stessa RMC[3], dove lavoravano già, fra gli altri, Herbert Pagani, Awanagana, Luisella Berrino e Roberto Arnaldi. Sotto la guida di Coutisson ed Herbert Pagani iniziò il Federico Show, programma nel quale diventò noto come L'Olandese Volante, soprannome datogli proprio da Coutisson.

Dopo RMC Federico passò a Rai Radio 2 nel 1977 e condusse con Herbert Pagani e Riccardo Heinen "A tutte le radioline".

Nel 1978 fu chiamato a Milano dall'editore Alberto Hazan della Finelco ed aiutò a strutturare Radio 105, dove rimase conduttore del pomeriggio per 12 anni.

Nel 1979 raggiunse i primi posti in classifica in Italia con il singolo "Woytyla Disco Dance" (Polygram) che ebbe un grande successo anche in Spagna e in Sud America.

Condusse nel frattempo il programma Popcorn su Canale 5 nel 1983, per poi trasferirsi a RTL 102.5, dove ha dato vita per 16 anni al programma del pomeriggio "The Flight".

Nel 1983 pubblica con il supergruppo di deejay Band of Jocks il brano Let's All Dance.[4]

Il 5 novembre 2010 si trasferisce a R101, radio del gruppo Mondadori, dove trasmette dal gennaio 2011 in un programma pomeridiano.

Il 3 luglio 2015 passa all'emittente pugliese Radionorba.[5]

Nel 2000 pubblica il libro "Radio Files" - Storie di radio (Editore Sugarco)

Nel 2016 pubblica il libro "IL PRINCIPATO - Storie di radio e rock'n'roll' (Editore Arcana; EAN/ISBN 9788862319263)

Nel 2019 pubblica il libro "Il Cartello Olandese" (Editore Mondadori Electa)

RiconoscimentiModifica

Nel 2007, presso il Palais di Saint-Vincent, si aggiudica il premio speciale Radiogrolla[6]. Nel 2011 riceve il Premio Cuffie d'oro per la migliore comunicazione in lingua italiana[7].

DiscografiaModifica

  • 1979 - Wojtyla Disco Dance, a nome Freddy the Flying Dutchman and The Sistina Band (PolBaydor)
  • 1980 - D.J. parte 1/D.J. parte 2, a nome Freddy the Flying Dutchman (Polydor 2060 216)
  • 1982 - Banana a nome Federico e la Marrakesh Orchestra (Delta)
  • 1983 - Cashbah Boogie a nome Federico e la Marrakesh Orchestra (Delta)
  • 1983 - Let's All Dance, con la Band of Jocks
  • 1983 - I 10 DJ dalla puntina veloce
  • 1984 - Just Another Love Song (Discomagic)
  • 1985 - Swamp Dance (Videoradio)
  • 1987 - Peace & Happiness a nome Freddy the Flying Dutchman and The Sistina Band (Circus Record)
  • 1991 - Toccare (Five Record)

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Federico l'Olandese Volante, Radiofiles, Sugarco Ed., 2000, ISBN 978-88-7198-432-2.
  • Federico l'Olandese Volante, Il Principato, storie di radio e rock'n'roll - Arcana Ed. 2016
  • Federico l'Olandese Volante, Il Cartello Olandese (romanzo) - Mondadori Electa Ed. 2019

Collegamenti esterniModifica