Felice Felicioni

politico italiano

Felice Felicioni (Tuoro sul Trasimeno, 22 marzo 1898Perugia, 1982) è stato un politico italiano.

Felice Felicioni

Deputato del Regno d'Italia
LegislaturaXXVII, XXVIII, XXIX
Gruppo
parlamentare
Fascista
CollegioUmbria-Lazio
Incarichi parlamentari
  • XXIX Legislatura del Regno d'Italia
    Ufficio di presidenza. Segretario dal 28 aprile 1934 al 2 marzo 1939
Sito istituzionale

Consigliere nazionale del Regno d'Italia
Durata mandato1939 –
1943
LegislaturaXXX
Gruppo
parlamentare
Corporazione della carta e della stampa

Dati generali
Titolo di studioLaurea i giurisprudenza
Professioneavvocato

Biografia modifica

Conseguita la laurea in giurisprudenza inizia ad esercitare la professione di avvocato. Nel 1921 è tra i fondatori del Fascio di Perugia, viene nominato in seguito vice-segretario dei sindacati economici perugini e direttore della federazione provinciale. Dopo la vittoria dei fascisti alle elezioni amministrative del 1923 (dove conquistano 43 comuni su 96) viene nominato presidente della Deputazione provinciale, mantenendo la carica solo per un anno.

Nel 1924 si candida infatti deputato nella lista nazionale fascista, carica che mantiene fino al 1929, e fino al 1943 nella Camera dei fasci e delle corporazioni.

Viene nominato in seguito membro della Commissione nazionale per la cooperazione intellettuale e della corporazione della carta e della stampa. Intanto i rapporti nella locale sezione del PNF si modificano a seguito di un conflitto tra Felicioni ed Elia Rossi Passavanti. Quest'ultimo accusa il primo di approfittare della propria carica per tutelare i propri interessi personali. Mentre Passavanti viene ostracizzato i buoni uffici di Roberto Farinacci consentono a Felicioni di mantenere il seggio parlamentare e di essere nominato commissario della Società Dante Alighieri, di cui diventa presidente.

Bibliografia modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica