Apri il menu principale

Fermo posta Tinto Brass

film del 1995 diretto da Tinto Brass
Fermo posta Tinto Brass
Fermo posta Tinto Brass.png
Cristina Rinaldi in una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1995
Durata91 min
Generecommedia, erotico
RegiaTinto Brass
SoggettoTinto Brass
SceneggiaturaTinto Brass, Aurelio Grimaldi, Claudio Lizza
ProduttoreGiovanni Bertolucci
Produttore esecutivoMassimo Ferrero
Casa di produzioneCalifornia Film
Distribuzione in italianoArtisti Associati
FotografiaDante Dalla Torre
MontaggioTinto Brass
MusicheRiz Ortolani
CostumiIvan Crnojevic
TruccoClaudia Reymond/Shone
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Fermo posta Tinto Brass è un film commedia/erotico del 1995 diretto da Tinto Brass. Il film è diviso in nove episodi slegati tra loro.

TramaModifica

Tinto Brass, protagonista nella pellicola, riceve lettere dalle fans in cui vengono raccontate le loro fantasie erotiche e avventure, commentandole e leggendole con la segretaria Lucia, "tutta curve" e senza mutandine, al suo fianco.
Tinto Brass interpreta se stesso, commentando i vari episodi e partecipando alla fantasia dell'ultimo episodio.

SguardiModifica

Milena fa maliziosamente l'amore col suo ragazzo Dario sulla spiaggia di Ostia, con la complicità involontaria d'un'altra coppia, che l'osserva desiderosa.

Il preservativoModifica

Ambientato tra Bassano del Grappa e Treviso, tra casa e "casino": al centro Guido ed Elena, marito e moglie stile "bella di giorno".

Le mutandineModifica

Ambientato nell'anfiteatro di Sutri: Elisabetta, provocante ragazza, offre uno strip mozzafiato a un giovane turista giapponese che immortala l'estemporaneo spettacolo con il teleobiettivo della macchina fotografica.

VideocasalinghiModifica

Renata e Piero, Maria e Mario sono due coppie appassionate di video erotici amatoriali, che s'incontrano prima sulle riviste settoriali e poi di persona.

La telefonataModifica

Rossella simula al telefono un rapporto sessuale con uno sconosciuto e poi conclude col marito Gianni.

IncontriModifica

Ambientato a Torino: per raccontare il mondo degli scambisti ecco Francesca e Paolo, giovane coppia praticante tale abitudine.

Ho perso teModifica

Ambientato a Napoli: Filippo ha il vizio del gioco d'azzardo e si gioca così la bella moglie Ivana che, concessasi ai due creditori del marito per estinguerne il debito, ci prende gusto e l'invita a "perdere" ancora.

La segretariaModifica

Tinto Brass illustra come seleziona le attrici sottoponendo alla "prova della monetina" l'aspirante Gabry.

Stivaletti rosso tangoModifica

Lucia cala le inibizioni e racconta la sua fantasia: in un eccentrico negozio di calzature, si fa calzare un paio di stivaletti da Brass in persona.

Collegamenti esterniModifica