Apri il menu principale

Ferrovia Ghirla-Ponte Tresa

linea ferroviaria italiana
Ghirla-Ponte Tresa
Valganna and related railway map.JPG
InizioPonte Tresa
FineGhirla
Stati attraversatiItalia Italia
Lunghezza9,889 km
Apertura1914-15
Chiusura1953
GestoreSVIT (1940-1955)
Precedenti gestoriSVIE (1914-1940)
Scartamento1.100 mm
Elettrificazione600 V cc
Ferrovie

La ferrovia Ghirla-Ponte Tresa era una linea a scartamento ridotto che fra il 1914 e il 1953 collegava la località di Ghirla, posta lungo la ferrovia della Valganna, con la cittadina di Ponte Tresa, sulle rive del Ceresio, percorrendo la Val Marchirolo.

StoriaModifica

 
La stazione di Ghirla

La ferrovia fu progettata per connettere la rete ferrotranviaria varesina, gestita dalla SVIE, con la cittadina di Ponte Tresa, già servita dalle linee per Luino della SNF, e per Lugano della SFL.

Con regio decreto n. 1467 del 29 dicembre 1912 la linea fu concessa[1] alla stessa SVIE e attivata in due fasi, fra Ghirla e Marchirolo il 17 luglio 1914 e fra Marchirolo e Ponte Tresa il 15 luglio 1915.

Con l'acquisizione, avvenuta nel 1918 da parte della SVIE della ferrovia Ponte Tresa-Luino, previo cambio di scartamento ed elettrificazione di quest'ultima i due impianti vennero interconnessi, rendendo possibile un secondo itinerario Varese-Luino, via Ponte Tresa.

Nel 1940 la SVIE cedette l'intera rete ferro-tranviaria alla Società Varesina Imprese Trasporti (SVIT), controllata della Società Elettrica Bresciana, azienda del gruppo Edison[2].

Dopo i danni bellici della seconda guerra mondiale la Ponte Tresa-Luino non fu più riattivata. La Ghirla-Ponte Tresa invece fu esercita fino al 25 agosto 1953, quando fu sostituita da un autoservizio.

CaratteristicheModifica

La linea, a binario unico, era elettrificata alla tensione continua di 600 V e armata con lo scartamento di 1.100 mm, per una lunghezza totale di 9,889 metri[3].

PercorsoModifica

Stazioni e fermate
   
linea SVIE per Varese † 1955
   
0 Ghirla 430 m s.l.m.
       
linea SVIE per Luino † 1953
   
3 Cugliate-Fabiasco
   
4 Marchirolo
   
5 Ardena
   
6 Cadegliano-Arbizzo-Viconago
   
9 Lavena
       
10 Ponte Tresa (CH), Ponte Tresa (I) 273 m s.l.m.
       
linea FLP per Lugano
   
linea SVIE per Luino † 1948
 
L'ex fabbricato viaggiatori di Ponte Tresa

Diramatasi dalla stazione di Ghirla la ferrovia proseguiva verso nord servendo le stazioni di Cugliate-Fabiasco e Marchirolo.

Pur dotata delle caratteristiche di una tranvia interurbana con convogli tipici di questo tipo di impianti, le caratteristiche ferroviarie della linea erano spiccate, soprattutto nela sezione dopo Marchirolo che richiese lo scavo di ben sei gallerie[4];

Questo tratto, orograficamente più accidentato, comprendeva le fermate di Ardena, Cadegliano-Viconago e Lavena; da qui il binario scendeva alla stazione di Ponte Tresa, comune alla ferrovia per Luino.

NoteModifica

  1. ^ Regio Decreto no 1467 del 29 dicembre 1912, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia no 62 del 15 marzo 1913
  2. ^ Marco Bergamaschi, I gruppi aziendali. Dinamiche strategiche e strutture organizzative. Con i casi Edison, FIAT, Pirelli, Zanussi., CEDAM, Padova, 2011, pag. 305, ISBN 978-88-13-31443-9.
  3. ^ Ferrovia Ghirla - Ponte Tresa. URL consultato nell'agosto 2016.
  4. ^ Franco Castiglioni, Le tranvie di Varese', in I Treni Oggi, n. 56, dicembre 1985, pp. 21-24.

BibliografiaModifica

  • Adriano Betti Carboncini, Binari ai laghi, Salò, Editrice Trasporti su Rotaie, 1992, pp. 76-123, ISBN 88-85068-16-2.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica