Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa delle Coppe 1981-1982.

Finale della Coppa delle Coppe 1981-1982
Camp Nou aerial (cropped).jpg
Il Camp Nou di Barcellona, teatro della finale
Dettagli evento
Competizione Coppa delle Coppe 1981-1982
Data 12 maggio 1982
Città Barcellona
Impianto di gioco Camp Nou
Spettatori 100 066
Risultato
Barcellona
2
Standard Liegi
1
Arbitro Germania Ovest Walter Eschweiler
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 22ª edizione della Coppa delle Coppe UEFA è stata disputata il 12 maggio 1982 al Camp Nou di Barcellona tra Barcellona e Standard Liegi. All'incontro hanno assistito circa 100 000 spettatori. La partita, arbitrata dal tedesco occidentale Walter Eschweiler, ha visto la vittoria per 2-1 del club spagnolo.

Il cammino verso la finaleModifica

Il Barcellona di Udo Lattek esordì contro i bulgari del Trakia Plovdiv battendoli col risultato complessivo di 4-1. Agli ottavi di finale i cecoslovacchi del Dukla Praga furono sconfitti nuovamente con un 4-1 tra andata e ritorno. Ai quarti i Blaugrana affrontarono i tedeschi orientali della Lokomotive Lipsia e vinsero 3-0 in Germania Est, rendendo ininfluente la sconfitta per 2-1 di Barcellona. In semifinale gli inglesi del Tottenham furono sconfitti 1-0 nella gara di ritorno, dopo che l'andata a Londra si concluse sull'1-1.

Lo Standard Liegi di Raymond Goethals iniziò il cammino europeo contro i modesti maltesi della Floriana vincendo con un risultato complessivo di 12-1. Agli ottavi gli ungheresi del Vasas furono sconfitti col risultato totale di 4-2. Ai quarti di finale Les Rouches affrontarono i lusitani del Porto, passando il turno grazie alla vittoria casalinga per 2-0 e al pari per 2-2 ottenuto in Portogallo. In semifinale i sovietici della Dinamo Tbilisi, campioni in carica, persero sia all'andata che al ritorno col risultato di 1-0.

La partitaModifica

A Barcellona va in scena la finale tra il Barça, "padrone di casa" giunto all'ultimo appuntamento tra alti e bassi, e lo Standard Liegi, giunto imbattuto in finale e che schiera tra i pali il fortissimo Michel Preud'homme, ma privi del capocannoniere del torneo Eddy Voordeckers. Il gol dopo meno di dieci minuti di Guy Vandersmissen ammutolisce i centomila e più tifosi accorsi allo stadio, ma sul finire della ripresa il danese Allan Simonsen ristabilisce il pari. La seconda frazione di gioco è caratterizzata dalle reciproche scorrettezze e dal calo fisico dei belgi;[1] così intorno al ventesimo, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Simonsen, Quini realizza il gol del vantaggio che dà la vittoria (nella propria città e nel proprio stadio) al Barcellona che vince la seconda Coppa delle Coppe.

TabellinoModifica

Barcellona
12 maggio 1982, ore 20:30
Barcellona2 – 1
referto
Standard LiegiCamp Nou (100 066 spett.)
Arbitro:   Walter Eschweiler

Barcellona
Standard Liegi
Barcellona
POR 1   Javier Urruticoechea
DIF 2   Gerardo Miranda
DIF 3   Migueli   25’
DIF 6   José Ramón Alexanko
DIF 4   Manolo   83’
CEN 5   Tente Sánchez  
CEN 8   Josep Moratalla
CEN 10   Esteban Vigo
ATT 7   Allan Simonsen
ATT 9   Quini
ATT 11   Francisco José Carrasco
Allenatore:
  Udo Lattek
 
Standard Liegi
POR 1   Michel Preud'homme
DIF 2   Eric Gerets  
DIF 4   Théo Poel
DIF 5   Walter Meeuws     31’, 89’
DIF 3   Gerard Plessers
CEN 6   Guy Vandersmissen    85’
CEN 8   Jos Daerden
CEN 9   Arie Haan   71’
ATT 11   René Botteron
ATT 7   Simon Tahamata
ATT 11   Benny Wendt   27’
Allenatore:
  Raymond Goethals

NoteModifica

  1. ^ (ES) El Standard, un señor equipo, perdió entidad en el segundo tiempo (PDF), mundodeportivo.com, 13 maggio 1982. URL consultato il 23 gennaio 2017.

Voci correlateModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio