Apri il menu principale

Fontana (Lodi)

frazione della città italiana di Lodi

StoriaModifica

La località, di antica origine, prende il nome da una fonte posta in prossimità di un'immagine della Madonna;[2] essa era compreso nel suburbio di Lodi, precisamente nei Chiosi di Porta d'Adda.

A seguito di un fatto miracoloso, il luogo diventò meta di pellegrinaggi e vi si costruì una chiesa (il Santuario della Beata Vergine Addolorata, detto anche della Madonna della Fontana);[2] sempre a seguito di tale fatto, la località venne conosciuta anche con il nome di «Fontana del Moggio»,[2] nome oggi in disuso.

Il 27 maggio 1505 la chiesa venne concessa da Marcantonio Cadamosto, canonico della Cattedrale di Lodi, all'Ordine dei Servi di Maria che vi istituitono un convento di frati;[3][4] esso venne soppresso il 15 maggio 1770,[5] o secondo altra fonte il 5 settembre 1771.[4] Pochi anni dopo, nel 1789, la chiesa venne eretta in parrocchia, distaccandone il territorio da quella cittadina di San Giacomo.[5][6]

Nel 1877 Fontana, come tutto il suburbio, venne aggregata alla città di Lodi.[7]

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Giovanni Agnelli, Dizionario storico geografico del Lodigiano, Lodi, Lodigraf, 1990 [Ripresa dell'edizione: Lodi, Tipografia editrice Della Pace, 1886], pp. 104-105, ISBN 88-7121-055-7.

Altri progettiModifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia