Apri il menu principale

Fornacette

frazione del comune italiano di Calcinaia

Geografia fisicaModifica

La frazione è distante appena 3 km dal centro del capoluogo comunale e si trova leggermente oltre il fiume Arno, tra Pontedera e Cascina (entrambe distanti 3 km), lungo la direzione della strada statale 67 Tosco-Romagnola.

StoriaModifica

Nel periodo compreso fra il X e il XII secolo, come nelle zone vicine poste lungo il fiume Arno, ebbe inizio la produzione di laterizi. Il nome deriva forse da Fornacelle, cioè "piccole fornaci". Secondo lo storico Emanuele Repetti il borgo aveva precedentemente il nome di Alfiano.

Tra il 1564 e il 1565 il granduca di Toscana Cosimo I de' Medici ordinò la costruzione di un fosso scolmatore dell'Arno nella zona di Fornacette, l'antico "Arnaccio", rimasto in funzione fino al 1761 e poi colmato per la costruzione dell'omonima strada. L'opera idraulica fungeva anche da canale di collegamento tra le città di Pontedera e Livorno. Negli anni sessanta del XX secolo, diminuisce la produzione di mattoni e si ha una notevole crescita industriale, con un relativo boom edilizio e demografico che porta la cittadina a superare il capoluogo del comune in quanto ad abitanti.

Il 10 marzo 1978 nel paese avvenne un grave incidente ferroviario in cui perirono due macchinisti; in seguito a tale evento furono presentate anche alcune interrogazioni parlamentari.[1]

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
Il ponte sul canale Emissario
 
La chiesa di Sant'Andrea in Pozzale

Architetture religioseModifica

Geografia antropicaModifica

I quartieri di Fornacette sono:

  • Pozzale
  • Case Vecchie
  • Case Bianche
  • Ponti
  • Masoni
  • Gaddi

EconomiaModifica

Nella frazione ha avuto sede fino al 2007 l'importante azienda di computer CDC spa, una delle due società della provincia quotate in borsa.

Dal 1949 la cittadina è sede di Pistoni Asso, azienda metalmeccanica che produce componenti motoristiche. Diversi decenni dopo l'azienda cambierà nome in Asso Werke.

La Banca di Pisa e Fornacette Credito Cooperativo è stata fondata nel 1962 a Fornacette con il nome di "Cassa Rurale e Artigiana di Fornacette". Nel 1994 diventa una Banca di credito cooperativo cambiando la propria denominazione sociale in "Banca di Credito Cooperativo di Fornacette". In seguito espande il suo bacino fino ad arrivare a Pisa, e quindi nel 2013 cambia nome, assumendo quello attuale. Attualmente ha all'attivo, oltre alle sedi di Pisa e Fornacette, 18 filiali e conta 170 dipendenti.

Infrastrutture e trasportiModifica

Fornacette è collegata a Pisa con corse autobus di linea svolte dalla società CTT Nord.

Dal 1881 al 1953 la località era attraversata dalla tranvia a vapore che, percorrendo l'asse della via Fiorentina, collegava Pisa con Pontedera e, attraverso una diramazione che si distaccava in località Navacchio, con Caprona e Calci.

NoteModifica

  1. ^ L´INCIDENTE FERROVIARIO DEL 10 MARZO 1978, su noidifornacette.it. URL consultato il 1º marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 14 marzo 2016).

BibliografiaModifica

  • Giorgio Batini, Album di Pisa, Firenze, La Nazione, 1972.
  • Giuseppe Caciagli, Pisa e la sua provincia, vol. 2, Pisa, Colombo Cursi Editore, 1972, pp. 175–177.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn85324490 · BNF (FRcb16003271s (data)
  Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana