Apri il menu principale

Navacchio

frazione del comune italiano di Cascina
Navacchio
frazione
Navacchio – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Pisa-Stemma.svg Pisa
ComuneCascina-Stemma.png Cascina
Territorio
Coordinate43°41′06.84″N 10°29′09.93″E / 43.685233°N 10.486092°E43.685233; 10.486092 (Navacchio)Coordinate: 43°41′06.84″N 10°29′09.93″E / 43.685233°N 10.486092°E43.685233; 10.486092 (Navacchio)
Altitudinem s.l.m.
Abitanti800[2]
Altre informazioni
Cod. postale56023
Prefisso050
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantinavacchino, navacchini[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Navacchio
Navacchio

Navacchio (Navarculum, Naviculum, Navarcum e Navaculum in latino) è una frazione del comune italiano di Cascina, nella provincia di Pisa, in Toscana.

StoriaModifica

Navacchio è citato con la sua chiesa di San Jacopo in documenti pisani del XIII e XIV secolo. L'abitato si sviluppò particolarmente tra il XVII e il XVIII secolo. I fratelli Manetti vi fondarono una manifattura per la lavorazione del cotone.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

  • Chiesa di San Jacopo
  • Villa Remaggi
  • Villa Noccioli

SocietàModifica

Tradizioni e folcloreModifica

La festa patronale si festeggia il penultimo lunedì di luglio, e più precisamente, il lunedì antecedente la festività di San Giacomo che ricorre il 25 luglio.

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

FerrovieModifica

L'unica infrastruttura ferroviaria attualmente presente è costituita dalla stazione di Navacchio, ubicata sulla linea RFI Pisa-Firenze, e servita dalle corse del servizio regionale Trenitalia.

Dal 1881 al 1953 tale impianto era raccordato con la tranvia a vapore che, percorrendo l'asse della via Fiorentina, collegava Pisa con Pontedera e, attraverso una diramazione che si distaccava proprio a Navacchio, con Caprona e Calci.

Il Circolo Scherma fondato da Carlo Macchi, allievo del M° Antonio di Ciolo, è considerato una delle più feconde strutture dell'Italia centrale e una delle poche esclusivamente dedicate a questo sport[3].

NoteModifica

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 362.
  2. ^ Navacchio, sito ufficiale della CEI.
  3. ^ In memoria di C. Macchi, su pisatoday.it. URL consultato il 22 aprile 2019 (archiviato il 22 aprile 2019).

BibliografiaModifica

  • Giuseppe Caciagli, Pisa e la sua provincia, vol. 2, Pisa, Colombo Cursi Editore, 1972, p. 303.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica