Apri il menu principale
Fortezza di Chotyn (Hotin)
Chocim stronghold front.jpg
L'ingresso della fortezza di Chotyn
Ubicazione
Stato attualeUcraina Ucraina
CittàChotyn
Coordinate48°31′19″N 26°29′54″E / 48.521944°N 26.498333°E48.521944; 26.498333Coordinate: 48°31′19″N 26°29′54″E / 48.521944°N 26.498333°E48.521944; 26.498333
Mappa di localizzazione: Ucraina
Fortezza di Chotyn
Informazioni generali
Tipofortezza
Inizio costruzione1325
Condizione attualeattrazione turistica
Informazioni militari
Termine funzione strategica1812
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La fortezza di Chotyn (ucraino Хотинська фортеця, polacco Twierdza w Chocimiu, turco Hotin Kalesi, rumeno Cetatea Hotinului) è ubicata sulle rive del fiume Nistro, presso la città di Chotyn, nell'ovest dell'Ucraina.

La struttura in pietra attuale è stata realizzata a partire dal 1325 su una precedente fondazione costruita dai genovesi nella seconda metà del Duecento[1], con una serrata serie di ampliamenti e ammodernamenti tra il 1380 ed il 1460.

La fortezza è una delle attrazioni turistiche più importanti dell'Ucraina: è un bene architettonico nazionale protetto dal 2000 e una delle Sette meraviglie d'Ucraina dal 2007.

Indice

StoriaModifica

Nel XV secolo, la fortezza venne massicciamente ristrutturata per ordine del voivoda (principe) di Moldavia Alexandru cel Bun ("Alessandro il Buono"). Le tracce di questa ristrutturazione si concretizzano nella presenza di nuove e numerose caratteristiche architettoniche di area baltica, quasi certamente dovute ai lavoratori lituani forniti ad Alexandru dal suo alleato, il granduca di Lituania Vitoldo. Conquistata dai polacchi nel 1433, la fortezza tornò in mano moldava sotto il principe Ștefan III cel Mare ("Stefano il Grande"), che la fece poi ampliare fino a renderla la più possente cittadella moldava del XVI secolo.

Conquistata dai turchi, a partire dal XVII secolo la fortezza fu allargata dagli architetti militari del sultano con un'ulteriore cinta di mura esterna.

Dopo l'annessione della Moldavia all'Impero russo (1812) la fortezza cadde parzialmente in rovina, soprattutto per la parte della cinta muraria esterna. Oggi è in fase di restauro.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica