Francesco Canero Medici

diplomatico italiano
(Reindirizzamento da Francesco Camero Medici)
Francesco Canero Medici
Francesco Canero Medici-politico.m.jpg
Il governatore Francesco Canero Medici, in una foto scattata il 16 febbraio 1932.

Governatore di Addis Abeba
Durata mandato 23 settembre 1938 - 11 novembre 1938
Capo di Stato Benito Mussolini
Monarca Vittorio Emanuele III di Savoia
Predecessore Alfredo Siniscalchi
Successore Carica soppressa

Governatore dello Scioà
Durata mandato 11 novembre 1938 - 1º gennaio 1939
Predecessore Carica istituita
Successore Enrico Cerulli

Console di Aden, Lorenzo Marquez e Mogadiscio

Prefetto di Tripoli
Durata mandato 1939-1941

Reggente Generale della Somalia italiana

Dati generali
Partito politico Partito Nazionale Fascista
Titolo di studio Laurea in agraria
Professione Funzionario

Francesco Canero Medici (São Paulo, 1º gennaio 1886Roma, 19 maggio 1946) è stato un diplomatico e politico italiano.

BiografiaModifica

Francesco Canero Medici, conosciuto anche come Franco, apparteneva ad una famiglia italiana. Il padre Raffaele Gaetano (1859-1925), emigrato in Brasile, attorno al 1880,[1] era originario di Polla, in provincia di Salerno.[2]

Unico figlio maschio, con cinque sorelle, si sposò a Riga con Anna Amalia Ludovica, da cui divorziò successivamente. Nel 1936, si risposò ad Asmara, in Eritrea, con Eileen Alison Mander, con cui decideà un secondo divorzio. Ebbe due figli.[3]

CarrieraModifica

Collaboratore del Duca degli Abruzzi Luigi Amedeo nella nascita e nell'amministrazione del Villaggio Duca degli Abruzzi nella Somalia italiana.

Fu reggente Generale della Somalia, console ad Aden, Lorenzo Marquez e Mogadiscio. Dopo la conquista dell'Etiopia e la creazione dell'Africa Orientale Italiana, Medici fu nominato Governatore di Addis Abeba nel 1938, e collaborò con il Viceré Amedeo di Savoia, duca d'Aosta, nella gestione amministrativa coloniale.

Prefetto di Tripoli nel 1939 fino al 1941, collaborò con Italo Balbo alla nascita del villaggio Mathamura che insieme ad altri villaggi in tutta la Libia costituirono l'intensa opera di colonizzazione dell'entroterra libico.

Fu insignito di vari titoli onorifici per il suo merito politico.[4]

OnorificenzeModifica

Medici conseguì le seguenti onoroficenze:[4]

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere dell’Ordine di Malta
— 1938

Onorificenze italianeModifica

  Grande Ufficiale della Corona d’Italia
  Commendatore dell’Ordine Coloniale
  Commendatore dell’Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro

NoteModifica

  1. ^ Raffaele Gaetano Canero Medici, su www.myheritage.it. URL consultato il 3 ottobre 2018.
  2. ^ Polla - Centro Studi Vallo di Diano, su www.centrostudivallodidiano.it. URL consultato il 3 ottobre 2018.
  3. ^ Fonte: Alberi Genealogici di MyHeritage MyHeritage.com [online database]. Lehi, UT, USA: MyHeritage (USA) Inc. - https://www.myheritage.it/research/collection-1/alberi-genealogici-di-myheritage Albero genealogico: Carsughi Web Site, amministrato da Odoardo Carsughi --> https://www.myheritage.it/site-485907451/carsughi Documento: https://www.myheritage.it/research/collection-1/alberi-genealogici-di-myheritage?itemId=485907451-1-500035&action=showRecord Citazione: Francesco (Franco) Canero Medici Nascita: 1 gen 1886 - São Paulo, Sao Paulo, Brazil Morte: 19 mag 1946 - Roma, Lazio, Italy Genitori: Raffaele Gaetano Canero Medici, Rosina (Rosy) Canero Medici (Sol. Tramontano) Fratelli e sorelle: Giulietta Gabos (Sol. Canero Medici), Ermelinda Canero Medici, Ermelinda (Angelina) Tovagliari (Sol. Canero Medici), Clorinda Catanzariti (Sol. Canero Medici), Adalgisa Masetti (Sol. Canero Medici) Moglie: Anna Amalia (Amy) Ludovica Canero Medici (Sol. Ullman) Ex moglie: Eileen Alison Mander (Sol. Coutts) Figli: Rafaello (Lello) Canero Medici, Carlo Canero Medici
  4. ^ a b Polla - Personaggi Illustri, su www.centrostudivallodidiano.it. URL consultato il 3 ottobre 2018.

Bibliografia generaleModifica

  • Francesco Medici, Carlo; Dall'Alfa ... all'Omega (2007)
  • Scuola Media E. De Amicis di Polla, Ma nel cuore nessuna croce manca, Salerno 2002, pagg. 59-62
  • Hess, Robert L. Italian Colonialism in Somalia. University of Chicago P. Chicago, 1966.
  • Termentini, Fernando. Somalia, una nazione che non esiste. Pagine di Difesa (Saggio). Maggio 2005.
  • Tripodi, Paolo. The Colonial Legacy in Somalia. St. Martin's P Inc. New York, 1999.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica