Apri il menu principale
Francesco Scaduto

Senatore del Regno d'Italia
Legislature dalla XXVII
Incarichi parlamentari
  • Membro e Segretario della Commissione per il regolamento interno
  • Membro ordinario della Commissione d'accusa dell'Alta Corte di Giustizia
  • Membro supplente della Commissione d'istruzione dell'Alta Corte di Giustizia
  • Membro della Commissione parlamentare incaricata di dare il proprio parere sui progetti dei nuovi Codici civile, di procedura civile, di commercio e per la marina mercantile
  • Membro della Commissione dell'agricoltura
Sito istituzionale

Dati generali
Titolo di studio Laurea in lettere e storia
Professione docente universitario

Francesco Scaduto (Bagheria, 28 luglio 1858Favara, 29 giugno 1942) è stato un docente e politico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Frequentò il liceo ginnasio Vittorio Emanuele di Palermo, frequentò la facoltà di lettere di Palermo per un biennio e poi si laureò in lettere nel 1879 e in storia nel 1881 a Firenze. Dopo essersi perfezionato in studi giuridici in Germania, nel 1884 iniziò la carriera universitaria insegnando Diritto canonico a Palermo, Diritto ecclesiastico nel 1887 a Napoli (divenendo ordinario nel 1889) e dal 1911 alla Sapienza di Roma. [1]

Fu preside di facoltà e nel 1919 divenne rettore dell'Università di Roma[2]; mantenne la carica fino al 1922. Consigliere comunale a Roma dal 1914 al 1920, fu presidente del consiglio provinciale di Agrigento dal 9 agosto 1915 al 15 agosto 1922.[3]

Fu nominato senatore del Regno d'Italia dalla XXVII legislatura (1º marzo 1923).[4] Nel 1932 si iscrisse al PNF.

Visse gli ultimi anni della sua vita a Favara, dove morì. Sposò la baronessa Angela Mendola di Favara, e fu padre del futuro ambasciatore d'Italia Gioacchino Scaduto Mendola che sposò Gaetana Maggiore Di Chiara (sorella del giornalista e politico Peppino Maggiore Di Chiara), e di Francesca che sposò Gaspare Ambrosini, suo allievo e futuro presidente della Corte costituzionale.[5]

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ AAVV, Il contributo di Francesco Scaduto alla scienza giuridica
  2. ^ Alberto M. Ghisalberti, La laurea «honoris causa» a Gabriele D'Annunzio, in Rassegna storica del Risorgimento, LIV, IV, Roma, Istituto per la storia del Risorgimento italiano, 1967, p. 635. URL consultato il 17 giugno 2014.
  3. ^ http://lnx.classicoscaduto.it/w3/wp-content/uploads/2014/02/Appunti-per-un-ritratto-di-Francesco-Scaduto-di-Domenico-Aiello.pdf
  4. ^ Scheda di Francesco Scaduto, Archivio Storico del Senato. URL consultato il 17 giugno 2014.
  5. ^ Salvatore Bordonali, Il contributo di Francesco Scaduto alla scienza giuridica, Milano, Giuffrè, 2009, p. 126, ISBN 978-88-14-14479-0. URL consultato il 17 giugno 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN29908413 · ISNI (EN0000 0000 7712 3886 · SBN IT\ICCU\TO0V\092520 · BNF (FRcb13014794v (data)
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie