Apri il menu principale

Francesco Zampaglione

cantautore italiano
Francesco Zampaglione
NazionalitàItalia Italia
GenerePop rock
Colonna sonora
Periodo di attività musicale1992 – in attività
Album pubblicati10
Studio7
Colonne sonore4

Francesco Zampaglione (Roma, 6 luglio 1970) è un cantautore e compositore italiano.

BiografiaModifica

Il suo primo gruppo, i 6 Suoi Ex, attivo tra il 1989 ed il 1993 in cui militava anche Riccardo Sinigallia ha pubblicato un paio di singoli[1][2]. Ha fatto poi parte, fino al 2001, dei Tiromancino per i quali ha scritto, con suo fratello Federico, la musica ed i testi degli album Alone alieno, Rosa spinto dando vita ad un suono che contraddistinguerà il gruppo negli anni a venire; nel 2000 realizza La descrizione di un attimo[3], in quest'ultimo richiama il suo vecchio amico Riccardo Sinigallia che entrerà come coautore e coproduttore, sempre insieme a Federico ma le pressioni date dall'improvviso successo del disco e alcune divergenze "caratteriali" tra i vari componenti portano all'inevitabile scioglimento della band che, dopo i legittimi riconoscimenti, venne lasciata a Federico[4]. Successivamente si è dedicato al rock sperimentale del primo disco di Riccardo Sinigallia, ai dischi e le collaborazioni nell'hip hop con La Comitiva (supergruppo composto da Ice One, Dj Stile, David Nerattini e Riccardo Sinigallia)[5], Frankie hi-nrg mc, Colle der Fomento, Gel.

Ha composto anche le colonne sonore per i film Paz![6], e Tulpa - Perdizioni mortali, i brani Due destini e Bell'amore, rispettivamente nei film Le fate ignoranti e Amatemi e la colonna sonora della serie televisiva 48 ore[7]. È proprio in questo periodo ricomincia a collaborare col fratello Federico.

Nel 2009 ha collaborato con Andrea Moscianese nel duo The Alvarius per la realizzazione della colonna sonora del film Shadow diretto dal fratello[8]. Con questo film riceverà la sua seconda nomination ai Nastri d'argento (la prima era stata con Le fate ignoranti per il brano Due destini). Nel 2012 registra il suo primo album da cantante e arrangiatore, Un uomo e..., nel quale scrive tutti i pezzi: in questo album ci sarà ancora la collaborazione con Gioia Ragozzino, che firma con lui 4 pezzi, e con Riccardo Sinigallia, che cofirma il brano Al campo nomadi. Proprio Sinigallia ha curato insieme a Francesco il missaggio del disco. Nel 2014 è produttore e autore del disco Indagine su un sentimento, firmando insieme a Federico Zampaglione tutti i brani, tra cui il singolo Immagini che lasciano il segno, scritto con l'autrice Gioia Ragozzino. Nel 2016 inizia la collaborazione con la cantante Nathalie, di cui produce il nuovo disco.

Appassionato di arti visive, ha collaborato con la fotografa ed autrice Gioia Ragozzino nella creazione di un laboratorio fotografico realizzando mostre e cortometraggi, tra cui il video realizzato con la tecnica stop-motion del pezzo Un uomo e..., primo singolo dell'omonimo album che ha visto per la prima volta Francesco Zampaglione nelle vesti non solo di autore e musicista ma anche di interprete[9].

Procedimenti giudiziariModifica

È stato arrestato il 29 agosto 2019 a Roma dopo una rapina ad una banca sulla circonvallazione Gianicolense, armato di una pistola giocattolo a cui era stato tolto il tappo rosso. Datosi alla fuga con la refurtiva, è stato però pedinato da un cliente della banca che ha allertato i carabinieri fornendo le indicazioni utili ad intercettarlo lungo il tragitto.[10] [11].

DiscografiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tiromancino § Discografia.

AlbumModifica

CollaborazioniModifica

Colonne sonoreModifica


NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica