Apri il menu principale

Fraternità monastiche di Gerusalemme (in francese: Fraternités monastiques de Jérusalem) è il nome di due istituti religiosi di diritto diocesano, l'uno maschile e l'altro femminile, fondati nel 1975 dal sacerdote francese Pierre-Marie Delfieux e riconosciuti nel 1996 dal cardinale Jean-Marie Lustiger, arcivescovo di Parigi.

La chiesa dei Santi Gervasio e Protasio a Parigi, dove ebbero origine le Fraternità monastiche di Gerusalemme

Indice

CaratteristicheModifica

Le Fraternità di Gerusalemme sono nate come espressione del movimento di rinnovamento ecclesiale seguito al Concilio Vaticano II, su iniziativa del cardinale François Marty, allora arcivescovo di Parigi, e del sacerdote Pierre-Marie Delfieux, poi cappellano degli studenti della Sorbona. Esse riuniscono monaci, monache e laici, ciascuno secondo il suo carisma e la sua occupazione, che condividono la stessa spiritualità che li invita a vivere "nel cuore della città, nel cuore di Dio”. I monaci e le monache vivono insieme i momenti di preghiera, ma appartengono a due diverse fraternità, distinte anche giuridicamente.

I due istituti monastici, maschile e femminile, intendono far vivere ai membri lo spirito della solitudine monastica nel cuore delle grandi città. Attorno ad essi si sono gradualmente innestati altri rami, che formano insieme la "famiglia" di Gerusalemme: le Fraternità apostoliche, che estendono il carisma della famiglia monastica nella vita parrocchiale, e molte confraternite laiche, che condividono con i monaci la stessa spiritualità attraverso la liturgia e il Libro di vita scritto dal fondatore, padre Delfieux.

DiffusioneModifica

 
Monache delle Fraternità monastiche di Gerusalemme all'abbazia di Mont-Saint-Michel

Da Parigi, luogo di nascita, le Fraternità si sono sparse in altri luoghi in Francia e in varie nazioni in Europa e in America settentrionale.

Dal 2006 al 2016 sono state presenti a Roma nella chiesa della Trinità dei Monti;[1] dal 2001 al 2017 sono state presenti in Belgio nella chiesa di Sant'Egidio a Bruxelles.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • P.-M. Delfieux - Fraternités monastiques de Jérusalem, Livre de vie de Jérusalem, Cerf, 2000

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN142113982 · ISNI (EN0000 0001 2172 2959 · LCCN (ENn81065506 · GND (DE10014036-1 · BNF (FRcb12218697s (data)
  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo