Apri il menu principale
Friedrich Traugott Friedemann

Friedrich Traugott Friedemann (Stolpen, 31 marzo 1793Idstein, 2 maggio 1853) è stato un archivista, filologo ed educatore tedesco.

Studiò teologia e filologia all'Università di Wittenberg, dove fu allievo di Christian Lobeck. Nel 1812 conseguì il dottorato e durante l'anno successivo fu nominato direttore del ginnasio a Zwickau. Più tardi, prese la stessa posizione presso il ginnasio di Wittenberg, dove nel 1820 ottenne il titolo di rettore. Nel 1823 fu nominato direttore della scuola di Katharineum a Braunschweig e nel 1828 divenne direttore del ginnasio di Weilburg. [1]

Nel 1840 fu nominato capo dell'archivio centrale di Nassau a Idstein. Nel 1846 fondò la rivista "Zeitschrift für die Archive Deutschlands".[2]

Opere principaliModifica

  • "De versu graecorum heroico, maxime Homerico", 1816 (con Franz Ernst Heinrich Spitzner).
  • Praktische anleitung zur kenntniss und verfertigung lateinischer verse, 1828.
  • "Dav. Ruhnkenii orationes: dissertationes et epistolae", 1828 (editore).
  • Beiträge zur vermittelung widerstrebender ansichten über verfassung und verwaltung deutscher gymnasien, 1832.
  • Chrestomathie aus römischen Dichtern für mittlere Gymnasialclassen, 1836.
  • Christlich-religiöse Anregungen für Studirende Jünglinge auf Gymnasien und Universitäten, 1837.
  • "Scriptorum Latinorum Saeculi XIX. Delectus", 1840.[3][4]

NoteModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN3231392 · ISNI (EN0000 0001 0949 1190 · GND (DE116792493 · BAV ADV12499073 · CERL cnp01436930 · WorldCat Identities (EN3231392
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie