Fronte Russo Unito del Lavoro

Il Fronte Russo Unito del Lavoro (in russo: Российский объединённый трудовой фронт?, traslitterato: Rossijskij obʺedinënnyj trudovoj front), a volte abbreviato come ROT Front, è una coalizione di partiti e movimenti extraparlamentari russi di estrema sinistra.

Fronte Russo Unito del Lavoro
(RU) Российский объединённый трудовой фронт
LeaderSergej Udal'tsov, Viktor Tjul'kin, Aleksej Etmanov
StatoRussia Russia
Fondazione22 febbraio 2010
Dissoluzione27 febbraio 2020 (come partito politico)
IdeologiaComunismo
Marxismo-Leninismo
CollocazioneEstrema sinistra
Iscritti60.000[1] (2012)
Sito webrotfront.su

StoriaModifica

Il Fronte è stato costituito il 22 febbraio 2010. Comprende il Partito Comunista Operaio Russo del Partito Comunista dell'Unione Sovietica, l'Avanguardia della Gioventù Rossa, il Fronte di Sinistra, Esercito della Volontà Nazionale (sciolto nel 2011) e alcune organizzazioni sindacali (Sindacato Federale del Settore Automobilistico, Associazione Sindacale "Tutela del Lavoro", Sindacato Federale dei Controllori di Volo, Sindacato Federale dei Ferrovieri, e altri).[2]

Il 7 luglio 2010 il Ministero della Giustizia russo ha negato al Fronte la registrazione per le elezioni federali.[3] Nel corso degli anni il Fronte si è più volte candidato alle elezioni, ma è stato sempre respinto dal Ministero per vizi formali. Il 27 febbraio 2020 la corte suprema russa ha dissolto il partito su richiesta del Ministero di Giustizia per non aver partecipato a elezioni regionali negli ultimi 7 anni.

NoteModifica

  1. ^ Оппозиция подала в Минюст документы на регистрацию партии «РОТ-Фронт» // РИА «Интерфакс» [1]
  2. ^ РОТ Фронт состоится при любой погоде [2]
  3. ^ Минюст отказался регистрировать РОТ Фронт

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica