Fufu (gastronomia)

Fufu
Fufu.jpg
Una scodella di zuppa di arachidi (a sinistra) e una porzione di fufu (a destra)
Origini
Luogo d'origineGhana Ghana
DiffusioneAfrica occidentale, Caraibi
Dettagli
Categoriacontorno
Ingredienti principali
  • tuberi
  • banane

Il fufu, anche detto foufou o foutou, è un impasto a base di alimenti amidacei originario del Ghana anche diffuso nell'Africa occidentale e nei Caraibi.

Caratteristiche e preparazioneModifica

Il fufu è un miscuglio semi-solido e appiccicoso che può contenere ignami, manioca, patate dolci e/o banane a seconda dell'area geografica in cui viene prodotto.[1][2][3] Per preparare il fufu secondo il metodo tradizionale bisogna tagliare a pezzi e miscelare con un grande mortaio delle banane da cottura a un quantitativo doppio di manioca. Successivamente, l'impasto viene cotto per circa un quarto d'ora fino a quando assume una consistenza dura. Successivamente, il fufu viene tagliato in porzioni più piccole e consumato assieme a zuppe o salse di carne e pesce.[1][2][4]

Il nome del piatto allude al suono che emette l'aria che esce quando l'alimento viene impastato.[5]

Non va confuso con un alimento simile noto come Ugali, un impasto di mais che ricorda la polenta italiana.

NoteModifica

  1. ^ a b (DE) Florian Halstenbach, Fufu für den Obroni. Erinnerungen an eine Reise nach Ghana, BoD, 2013, p. 41.
  2. ^ a b (ES) Christopher Wheatley, Metodos para agregar valor a raices y tuberculos alimenticios. Manual para el desarrollo de productos, CIAT, 1997, p. 17.
  3. ^ (DE) Beiträge zur Länderkunde Afrikas, Ausgabe 1. Steiner, 1961, p. 188.
  4. ^ Anthony Ham, Costa d'Avorio, Ghana, Togo, Benin, Nigeria, Camerun, EDT, 2010, p. 54.
  5. ^ Hilary Du Cane, Vivere senza glutine For Dummies, Hoepli, 2015, "Manioca".

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica