Apri il menu principale

Coordinate: 48°22′08″N 10°54′15″E / 48.368889°N 10.904167°E48.368889; 10.904167

La Fuggerei di notte
Busto di bronzo di Jacob Fugger
Camera da letto del museo della Fuggerei
Vista delle case dalla strada principale

La Fuggerei è un quartiere circondato da mura all'interno della città di Augusta (Baviera, Germania). Assieme al Rathaus, sede della municipalità, è una delle maggiori attrattive turistiche della città.

Indice

Storia e descrizioneModifica

Deve il suo nome alla famiglia Fugger ed è stata fondata nel 1521 da Jacob Fugger il Giovane (noto come "Jacob Fugger il Ricco"). Essa rappresenta un luogo dove i cittadini bisognosi di Augusta possono trovare un alloggio. Si tratta del più antico esempio al mondo di edilizia popolare ancora esistente (anche se la Corte di Ca' Lando a Padova la precederebbe di cinque anni) e di una delle fondazioni più famose di tutta Europa. Jacob Fugger fece costruire le prime case nel 1516. Nel 1523 ne erano già state realizzate 52. I cancelli vengono chiusi di notte, quindi la Fuggerei è molto simile ad una piccola città indipendente medioevale.

Il fondatore, Jacob Fugger, ebbe una formazione da commerciante in Italia. Egli visse dal 1473 al 1478 a Venezia, come rappresentante dell'azienda di famiglia. Qui ebbe l'occasione di ampliare le sue conoscenze sul commercio e di entrare in contatto con il Rinascimento italiano. Per questo motivo la struttura della Fuggerei risentì degli influssi dell'architettura delle case popolari veneziane. Nella Fuggerei si possono infatti notare delle strutture particolari che caratterizzavano anche le fondazioni del tutto innovative presenti a Venezia nel XVI secolo. Per esempio: le case a schiera disposte in file parallele, la divisione delle stesse in appartamenti su piani diversi, la ripartizione dello spazio in maniera eguale e funzionale, il sistema di separazione delle scale. Tali elementi costituivano un simbolo d'indipendenza e d'individualità all'interno della comunità e rappresentavano l'idea di un assetto sociale autonomo.

Il canone d'affitto della Fuggerei era (ed è ancora) un Fiorino renano all'anno (equivalente a 0,88 Euro) e tre preghiere al giorno per il fondatore della Fuggerei. Le condizioni per potervi abitare sono ancora oggi le stesse che nel 1521: si deve essere nati ad Augusta, essere cattolici e indigenti. I cancelli vengono ancora chiusi ogni giorno alle 22:00.

Non esistono alloggi condivisi, ogni famiglia ha il proprio appartamento. Ogni edificio contiene 2 appartamenti, uno per piano. Ogni appartamento è composto da una cucina, un soggiorno, una camera da letto ed una piccola stanza, per un totale di circa 60 metri quadrati. Gli appartamenti a piano terra hanno un piccolo giardino con un ripostiglio per gli attrezzi, mentre quelli al primo piano dispongono di un solaio.

Dopo la Riforma protestante, ad Augusta, città ormai quasi del tutto protestante, molte chiese cattoliche vennero chiuse o ne vennero proibite le funzioni. Per questo nel 1581 venne fondata la Chiesa di San Marco per gli abitanti cattolici della Fuggerei.

Sulla casa n. 14 della Fuggerei una targa commemorativa ricorda Franz Mozart, il bisnonno di Wolfgang Amadeus Mozart, che abitò qui dal 1681 fino alla sua morte, nel 1694.

La Fuggerei venne gravemente danneggiata dai bombardamenti della Seconda guerra mondiale. Gli attacchi aerei della Royal Air Force, avvenuti nella notte tra il 25 e 26 febbraio 1944, ne hanno distrutto i due terzi. Dal 1945 al 1973 è stata ricostruita nel suo stile originale ed ampliata di un terzo. Il rifugio antiaereo, costruito nel 1943, ospita oggi un museo fornito di testi, foto, film e documenti originali, che mostrano le vicende della Fuggerei dal 1933, cioè dalla presa di potere dei Nazionalsocialisti, fino alla ricostruzione e all'ampliamento terminato nel 1973.

La casa n. 13 del Mittlere Gasse (“vicolo di mezzo”) è l'unica della Fuggerei ad essere rimasta allo stato originale. Infatti, tutto l'interno risale ai tempi della sua fondazione. Le stanze (una cucina, una camera da letto e un soggiorno) sono state adibite a piccolo museo, dove viene mostrata la lunga storia del complesso di case popolari e della famiglia fondatrice.

Poiché la Fuggerei non è un museo, non è permesso visitare l'interno degli appartamenti. Tuttavia è possibile vedere un appartamento tipo, naturalmente non abitato, ma completamente ammobiliato, che mostra lo standard abitativo odierno.

Al fondatore Jacob Fugger è dedicato un busto di bronzo che si trova nell'area verde della Fuggerei.

La Fuggerei è tuttora finanziata dai mezzi della fondazione ed è gestita da una commissione composta dai rappresentanti delle tre dinastie familiari del Fugger: Fugger-Babenhausen, Fugger von Glött e Fugger-Kirchberg. Sebbene la Fuggerei sia la più famosa, esistono altre otto fondazioni Fugger, delle quali fa parte anche la Cappella Fugger nella Chiesa di St. Anna. Il “Fürstlich und Gräflich Fuggersche Familienseniorat” è l'organo di controllo dell'amministrazione delle fondazioni.

BibliografiaModifica

  • Ulrich Fugger von Glött: Die Fuggerei: il più antico complesso di case popolari del mondo, Augsburg, Wißner, 2004.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN248535858 · GND (DE4068962-1