Fulvio Tessitore

filosofo, storico e politico italiano
Fulvio Tessitore
Fulvio Tessitore.JPG

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XV Legislatura
Gruppo
parlamentare
PD-Ulivo
Coalizione L'Unione
Circoscrizione circoscrizione XIX
Collegio Campania 1
Incarichi parlamentari
  • Membro della 7ª Commissione (Cultura, scienza e istruzione) dal 6 giugno 2006
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XIV Legislatura
Gruppo
parlamentare
Democratici di Sinistra - l'Ulivo
Circoscrizione Collegio: 2 (Napoli Bagnoli)
Incarichi parlamentari
  • Membro della Commissione per la biblioteca dal 30 luglio 2001 al 27 aprile 2006
  • Membro della 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali) dal 22 giugno 2001 al 27 aprile 2006
  • Membro della 14ª Commissione permanente (Politiche dell'Unione europea) dal 7 ottobre 2003 al 27 aprile 2006
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democratici di Sinistra
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Università Università degli Studi di Napoli Federico II
Professione Docente universitario

Fulvio Tessitore (Napoli, 10 maggio 1937) è un filosofo, storico e politico italiano.

Biografia e carrieraModifica

Tessitore si è laureato in giurisprudenza (la sua tesi ricevette dignità di stampa) presso l'Università degli Studi di Napoli. Nel 1964 è libero docente "per meriti eccezionali" in Filosofia del diritto; l'anno successivo diventa professore ordinario. Ha dapprima insegnato, dal 1965 al 1975, Storia delle dottrine politiche; quindi, dal 1975 in poi, Storia della filosofia. È stato preside della Facoltà di Magistero dell'Università degli Studi di Salerno dal 1968 al 1973. Dal 1978 al 1993 è stato preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università Federico II di Napoli, della quale è stato anche rettore dal 1993 al 2001.

Dal dicembre del 1983 è socio dell'Accademia dell'Arcadia col nome di Echione Cineriano. È inoltre socio nazionale dell'Accademia dei Lincei e di numerose altre accademie nazionali italiane e straniere. È professore emerito della Facultad de Humanidades dell'Università Centrale del Venezuela, con sede a Caracas, e professore onorario della Università dell'Avana (Cuba). Ha tenuto lezioni nelle università di Düsseldorf, Erlangen-Nürnberg (Norimberga), Braunschweig, Valencia, Halle-Wittenberg, Salamanca, Siviglia e molte altre. Ha diretto il Centro di studi vichiani del CNR dal 1970 al 1995 ed oggi fa parte del Consiglio scientifico dello stesso Centro.

È presidente della Fondazione Pietro Piovani per gli studi vichiani e del Consorzio interuniversitario "Civiltà del Mediterraneo". È socio onorario dell'Istituto per l'Oriente “Carlo Alfonso Nallino” di Roma. È vicepresidente della Fondazione "Guido e Roberto Cortese". Siede inoltre nel Consiglio Direttivo dell'Istituto italiano per gli studi storici fondato da Benedetto Croce. È stato componente del Consiglio Scientifico dell'Istituto dell'Enciclopedia Italiana Treccani. È stato componente, dal 1989 al 1997, del Consiglio Universitario Nazionale, in cui è stato presidente del Comitato di Lettere, Lingue e Magistero (fino al 1993). È stato vice presidente della Fondazione Teatro di San Carlo (1997–2007), componente del Consiglio Generale della Fondazione Banco di Napoli dal 2000 al 2006, del Consiglio direttivo dal 1997 al 1998 e vice presidente dal 1999 al 2000 della CRUI, la Conferenza permanente dei Rettori delle Università italiane.

È Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica. È stato senatore della Repubblica italiana nella XIV legislatura (dal 30 maggio 2001 al 27 aprile 2006) nelle file dei Democratici di Sinistra - L'Ulivo e deputato nella XV Legislatura (dall'aprile 2006 all'aprile 2008) nelle file del L'Ulivo. È medaglia d'oro della Scuola dell'arte e della cultura (1983) e della Scienza e della cultura (1996).

È autore di una vastissima bibliografia di oltre 1500 titoli, tra i quali 26 volumi, ai quali sono stati assegnati numerosi premi.

Opere principaliModifica

  • Aspetti del pensiero neoguelfo napoletano dopo il 1860, Morano, Napoli, 1962
  • Crisi e trasformazioni dello Stato. Ricerche sul pensiero giuspubblicistico italiano tra 800 e 900, I ed. Morano, Napoli, 1963; III ed. Giuffrè, Milano, 1988
  • I fondamenti della filosofia politica di Wilhelm von Humboldt, Morano, Napoli, 1965
  • Friedrich Meinecke storico delle idee, Le Monnier, Firenze, 1969
  • Profilo dello storicismo politico, UTET, Torino, 1981, (traduzione spagnola 1993)
  • Introduzione allo storicismo, Laterza, Roma-Bari, 1991, (V ed. 2010)
  • Introduzione a Meinecke, Laterza, Roma-Bari, 1998
  • Filosofia, storia e politica in Vincenzo Cuoco, Marco, Lungro (CS), 2002
  • Contributi alla storia e alla teoria dello storicismo (voll. 5), Edizioni di Storia e Letteratura, Roma, 1995 – 2000
  • Nuovi contributi alla storia e alla Teoria dello storicismo, Edizioni di Storia e letteratura, Roma, 2002 (II rist. 2004)
  • Altri contributi alla storia e alla teoria dello storicismo, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma, 2007,
  • Kritischer Historismus, Böhlau, Köln – Weimar – Wien, 2005.
  • Interpretazione dello storicismo, Scuola Normale Superiore, Pisa, 2008 (trad. spagnola, Barcellona, 2007).
  • Contributi alla storiografia arabo-islamica tra Otto e Novecento, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma, 2008. (III rist. 2008)
  • Ultimi contributi alla storia e alla teoria dello storicismo, voll. 3, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma 2010.
  • La mia Napoli. Frammenti di ricordi e di pensieri, Grimaldi, Napoli, 1998.
  • Letture quotidiane (voll. 7), Editoriale scientifica, Napoli, 1988-2010, che raccolgono articoli di giornali quotidiani.
  • Trittico Anti-hegeliano da Diltehy a Weber. Contributo alla teoria dello storicismo, con una nora introduttiva di E. Massimilla, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma, 2016
  • Da Cuoco a Weber. Contributi alla storia dello storicismo, 2 voll., con una nota introduttiva di D. Conte, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma, 2017.

Ha fondato e dirige i seguenti periodici scientifici:

  • Bollettino del Centro di Studi Vichiani (dal 1971), diretto con G. Giarrizzo e G. Cacciatore, e (dal 2017) con G. Cacciatore, E. Nuzzo e M. Sanna.
  • Archivio di Storia della Cultura (dal 1988), diretto dal 2018 con D. Conte e E. Massimilla.
  • Civiltà del Mediterraneo: I serie, 1991-1995, diretta con G. Galasso e S. Moscati; II serie 2002 …, diretta con F. Lomonaco.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN9859355 · ISNI (EN0000 0001 1020 8452 · SBN IT\ICCU\CFIV\013955 · LCCN (ENn79102801 · GND (DE120406640 · BNF (FRcb12018382k (data) · BNE (ESXX857269 (data) · WorldCat Identities (ENn79-102801