Apri il menu principale
Gamjatang
Bone soup 감자탕 (5534738260).jpg
Origini
IPA[kam.dʑa.tʰaŋ]
Luogo d'origineCorea
RegioneJeolla
DiffusioneAree in cui si parla il coreano
Dettagli
Categoriasecondo piatto
Ingredienti principali
  • vertebre di maiale
  • patate
  • spaghetti coreani
  • radicchio essiccato
  • cipolla
  • peperoncino
  • semi di sesamo
 
Gamjatang
Nome coreano
Hangŭl감자탕
Latinizzazione rivedutagamjatang
McCune-Reischauerkamja-t'ang

Il gamjatang (pron. kam.dʑa.tʰaŋ) è un piatto tipico coreano originario della provincia di Jeolla.

Si tratta di una zuppa piccante fatta con vertebre di maiale e insaporita con patate, peperoncino, perilla, semi di sesamo, radicchio, ecc. Nella zuppa vengono cotti degli spaghettini coreani. La pietanza ha un caratteristico colore rosso scuro dovuto ai peperoncini rossi e viene servita sia a pranzo che a cena e anche fuori dai pasti.

StoriaModifica

L'origine del piatto viene fatta risalire al periodo dei Tre regni di Corea, la località in cui nacque fu la provincia della Jeolla Meridionale, una regione principalmente agricola in cui l'allevamento di suini era molto più diffuso che nelle altre aree circostanti, dove si allevavano invece bovini. Benché le mucche fossero un piatto più ricco e prelibato, i suini erano più economici come allevamento e fornivano ugualmente un significativo apporto di carne per l'alimentazione.

Il gamjatang era un modo per utilizzare tutte le parti del maiale macellato, comprese quelle di scarto, inoltre questo piatto completo era un alimento che, sebbene economico, consentiva un buon apporto di grassi e proteine.

La grande diffusione del gamjatang in tutta la Corea si ebbe verso la fine dell'Ottocento, con l'emigrazione di molti lavoratori dalla regione povera di Jeolla verso Incheon per l'apertura del suo porto e della ferrovia Gyung-ui Railway.

Oggi il gamjatang è considerato uno dei piatti tipici della cultura coreana.

Altri progettiModifica