Apri il menu principale

Gazella bennettii

specie di animale della famiglia Bovidae

DescrizioneModifica

Questa specie misura un'altezza al garrese di 65 cm e pesa circa 23 kg. Il manto estivo, con pelo ruvido e lucido, è di color fulvo-rossastro. D'inverno, invece, si nota maggiormente il bianco del ventre e della gola. Sui lati della faccia sono presenti due strisce color castano scuro, delimitate da strisce bianche, che vanno dall'angolo dell'occhio al muso. Le corna misurano più di 39 cm[3].

TassonomiaModifica

La gazzella indiana viene suddivisa in sei sottospecie:

Distribuzione e habitatModifica

L'areale di questa specie ricopre gran parte delle regioni occidentali e centrali dell'India e, attraverso il Pakistan, si estende fino all'Afghanistan sud-occidentale e all'Iran centro-settentrionale. La principale roccaforte della specie, tuttavia, è il Deserto di Thar. In Pakistan il suo areale si è estremamente ridotto a causa della caccia sconsiderata e, malgrado la specie sia ancora piuttosto diffusa, sopravvive solo in sparuti gruppetti. Anche in Iran è molto rara e sopravvive in gran numero solamente nel parco nazionale di Kavir.

BiologiaModifica

È un animale timido ed evita gli insediamenti umani. Può sopravvivere senz'acqua per lunghi periodi di tempo, dato che ricava i liquidi necessari dai vegetali di cui si nutre e dalla rugiada. Nonostante venga avvistata quasi sempre da sola, talvolta può riunirsi in gruppetti comprendenti fino a quattro esemplari.

ConservazioneModifica

Alcuni ricercatori ritengono che la diminuzione delle chinkara sia stata la causa principale della scomparsa in India del ghepardo asiatico. La popolazione, tuttora in diminuzione, è minacciata dalla caccia grossa. Fortunatamente, le comunità bishnoi assicurano protezione a questa specie, così come a molti altri animali dello Stato del Rajasthan. In un episodio divenuto famoso, una star cinematografica indiana, Salman Khan, è stata condannata a 5 anni di prigione per aver abbattuto alcuni esemplari di chinkara e antilope cervicapra posti sotto la loro protezione. Anche un'altra star cinematografica, Saif Ali Khan, è stata accusata di simile reato.

NoteModifica

  1. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Gazella bennettii, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ (EN) Mallon, D.P. 2008, Gazella bennettii, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  3. ^ Prater, S. H. 1971 The Book of Indian Animals. Oxford University Press, 2005 reprint.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi