Gemma Galli

Sincronetta italiana
Gemma Galli
Nazionalità Italia Italia
Altezza 168 cm
Peso 55 kg
Nuoto sincronizzato Synchronized swimming pictogram.svg
Squadra Marina Militare
Carriera
Squadre di club
2016-Marina Militare
Palmarès
Mondiali 0 1 0
Europei 0 1 4
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 15 luglio 2019

Gemma Galli (Melzo, 17 luglio 1996) è una sincronetta italiana.

CarrieraModifica

Gemma Galli ha partecipato ai Mondiali giovanili disputati nel 2012 a Volo, in Grecia, gareggiando in duo insieme a Domiziana Cavanna (9º posto)[1] e nella gara a squadre. L'anno successivo ha partecipato pure agli Europei giovanili di Poznań, in Polonia, facendo coppia con Viola Musso mentre con la squadra si è piazzata in quarta posizione nella gara a squadre e nel libero combinato.

Nel 2014 ha disputato i suoi secondi Mondiali giovanili, prima di entrare a far parte della nazionale senior dell'Italia in occasione dei Mondiali di Kazan' 2015. Agli Europei di Londra 2016 ha vinto due medaglie di bronzo nel programma tecnico della gara a squadre e nel libero combinato. Divenuta una componente titolare della squadra italiana ai Mondiali di Budapest 2017, contribuisce al quinto posto ottenuto nei due programmi libero e tecnico.

Gemma Galli ha ottenuto la medaglia d'argento nel libero combinato agli Europei di Glasgow 2018, oltre ai due terzi posti nei programmi libero e tecnico della gara a squadre. Ha fatto parte della squadra italiana che ai Mondiali di Gwangju 2019 ha conquistato la prima storica medaglia iridata a squadre classificandosi seconda nell'highlight, routine di nuova introduzione nei campionati, dietro l'Ucraina e davanti alla Spagna.[2]

PalmarèsModifica

Gwangju 2019: argento nell'highlight.
Londra 2016: bronzo nella gara a squadre (programma tecnico) e nel libero combinato.
Glasgow 2018: argento nel libero combinato, bronzo nella gara a squadre (programma tecnico e libero).

NoteModifica

  1. ^ (EN) Synchronized Swimming - World Junior Championships - 2012, su the-sports.org. URL consultato il 9 agosto 2018.
  2. ^ Mondiali: due argenti per gli azzurri nel nuoto sincronizzato, in Corriere della Sera, 15 luglio 2019. URL consultato il 19 luglio 2019.

Collegamenti esterniModifica