Gennadij Četin

Gennadij Četin
Kaarlo Kangasniemi and Gennady Chetin 1968.jpg
Nazionalità Unione Sovietica Unione Sovietica
Sollevamento pesi Weightlifting pictogram.svg
Categoria Pesi gallo
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Monaco 1972
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Lima 1971
Bronzo Monaco 1972
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Argento Sofia 1971
 

Gennadij Timofeevič Četin, in russo: Геннадий Тимофеевич Четин? (Circondario dei Komi-Permiacchi, 1º febbraio 1943Uzbekistan, 2002), è stato un sollevatore sovietico attivo nella categoria dei pesi gallo (fino a 56 kg).

CarrieraModifica

Ha gareggiato alle Olimpiadi di Città del Messico 1968 giungendo al 4º posto ed alle Olimpiadi di Monaco 1972, vincendo la medaglia di bronzo alle spalle dell'ungherese Imre Földi e dell'iraniano Mohammad Nassiri, valevole anche come medaglia di bronzo dei Campionati mondiali disputati in competizione unica con la gara olimpica.

Ha vinto la medaglia d'oro ai Campionati mondiali di Lima 1971, battendo il polacco Henryk Trębicki e l'iraniano Nassiri, ed ha stabilito tre record mondiali: nel 1968 e nel 1971 nel totale su tre prove e nel 1973 nel totale su due prove.

Ha vinto anche la medaglia d'argento ai Campionati europei di Sofia 1971, terminando dietro a Imre Földi, e cinque titoli nazionali sovietici.

BiografiaModifica

Četin nacque in un piccolo villaggio degli Urali. Iniziò a sollevare pesi a 16 anni, quando perse entrambi i suoi genitori e fu mandato in un orfanotrofio, il cui Direttore, appassionato di sollevamento pesi, notò la sua forza fisica e lo avviò alla pratica di questo sport. Nel 1964 si trasferì a Šachty, per allenarsi sotto la guida dell'ex campione olimpico Rudolf Plyukfelder.

Si ritirò parzialmente tra il 1973 e il 1976 per riprendersi da problemi legati all'alcolismo. Dopo il ritiro definitivo dalle competizioni, verso la fine degli anni '70 si trasferì da Perm' in Uzbekistan su invito di un suo amico. Lì lavorò prima come agricoltore e come addetto sui traghetti, poi iniziò a competere nel powerlifting e diventò membro dello staff tecnico della squadra nazionale di sollevamento pesi dell'Uzbekistan, prima come capo allenatore poi come consulente tecnico. Nel 1992, a 49 anni, vinse un titolo europeo ed una medaglia di bronzo ai Campionati mondiali di powerlifting. Morì dieci anni dopo in una sconosciuta località uzbeka.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica