Apri il menu principale

Gerolamo Archinto

vescovo cattolico italiano
Gerolamo Archinto
vescovo della Chiesa cattolica
Gerolamo Archinto.jpg
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Vigevano
 
Nato6 ottobre 1651 a Milano
Ordinato presbitero11 giugno 1680
Nominato vescovo5 marzo 1703 da papa Clemente XI
Consacrato vescovo18 marzo 1703 da papa Clemente XI
Deceduto22 ottobre 1712 (61 anni) a Vigevano
 

Gerolamo Archinto (Milano, 6 ottobre 1651Vigevano, 22 ottobre 1712) è stato un vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Gerolamo Archinto nacque a Milano ed era rampollo di una delle più nobili casate della città che già aveva dato al ducato milanese moltissimi uomini politici e soprattutto ecclesiastici di valente fama, come suo cugino Giuseppe Archinto il quale proprio in quegli anni era arcivescovo della sede milanese. Fu anche fratello del famoso mecenate milanese Carlo Archinto, conte di Tainate. Ottenne il diaconato il 10 giugno 1680 ed il giorno successivo venne ordinato sacerdote nel Duomo di Milano.

Fu probabilmente su pressione del cugino cardinale che venne nominato vescovo di Vigevano il 5 marzo 1703. Fu consacrato solennemente a Roma nella Basilica di San Pietro in Vaticano da papa Clemente XI il 18 marzo di quello stesso anno. Come amministratore della diocesi, viene ricordato in particolar modo per l'approvazione della Congregazione di San Carlo per il suffragio dei confratelli, ancora oggi attiva.

Morì a Vigevano il 22 ottobre 1712.

Genealogia episcopaleModifica

BibliografiaModifica

  • A. Caprioli e L. Vaccaro, Diocesi di Vigevano, ed. La Scuola, 1987, ISBN 8835077699.

Collegamenti esterniModifica