Apri il menu principale
Giovanni La Via
LaViawiki2.JPG

Eurodeputato
Legislature VII, VIII
Gruppo
parlamentare
Partito Popolare Europeo
Circoscrizione Italia insulare
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia (dal 2018)
In precedenza:
PdL (2009-2013)
NCD (2013-2017)
AP (2017-2018)
Titolo di studio Laurea in Scienze Agrarie
Professione Docente universitario

Giovanni La Via (Catania, 28 giugno 1963) è un politico italiano, deputato al Parlamento Europeo dal 7 giugno 2009 e eletto per acclamazione Presidente della Commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza alimentare il 7 luglio 2014[1].

Dal luglio 2006 al maggio 2009 ha ricoperto l'incarico di Assessore Regionale tecnico per l'Agricoltura e per le Foreste della Regione Siciliana nella II Giunta Cuffaro (2006-2008) e confermato nella I Giunta Lombardo (2008-2009).

Indice

BiografiaModifica

Attività scientificaModifica

Nel 1990 è ricercatore universitario, nel 1994 diventa professore associato di economia e politica agraria presso l'Università degli Studi di Messina e nel 2001 docente ordinario presso la Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi di Catania[2].

Dal 2002 è chiamato a dirigere il Dipartimento di Scienze Economico-Agrarie ed Estimative, dopo aver presieduto il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari dal 1996 al 2002.

Coordina vari progetti di ricerca attinenti alle diverse filiere agroalimentari presenti in Sicilia ed è autore di numerose monografie ed articoli pubblicati su riviste economiche a carattere nazionale ed internazionale.

Attività politicaModifica

Nel luglio del 2006 è nominato Assessore Regionale tecnico, con delega all'Agricoltura e alle Foreste, nella XIV legislatura dell'Assemblea Regionale Siciliana nella II Giunta Cuffaro (2006-2008), incarico nel quale verrà riconfermato nella successiva legislatura, nel 2008 nella I Giunta Lombardo (2008-2009). Esce nella II Giunta Lombardo nel dicembre 2008.

Viene eletto al Parlamento europeo nel 2009 con 145.745 preferenze nella lista del PdL nella Circoscrizione Italia Insulare. È iscritto al Gruppo del Partito Popolare Europeo ed è membro della commissione permanente per i Bilanci e della commissione permanente per l'Agricoltura e lo sviluppo rurale. È membro della Delegazione alla commissione di cooperazione parlamentare Ue-Moldova e della Delegazione all'Assemblea parlamentare Euronest.

Il 27 settembre 2011 è nominato relatore per il Parlamento europeo sulla proposta legislativa riguardante il finanziamento, la gestione ed il monitoraggio della Politica Agricola Comune[3] (PAC). Il 25 gennaio 2012 riceve l'incarico di relatore per il Parlamento europeo del Bilancio generale dell'Unione europea per l'esercizio finanziario del 2013[4].

Il 5 febbraio 2013 è nominato nuovo Capodelegazione del PdL nel PPE al Parlamento europeo subentrando al dimissionario Mario Mauro passato con Scelta Civica per l'Italia del Premier Mario Monti.[5]

Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà[6], aderisce al Nuovo Centrodestra guidato da Angelino Alfano dimettendosi da Capogruppo PdL all'Europarlamento.[7][8].

Il 20 novembre è eletto Capodelegazione del Nuovo Centrodestra all'interno sempre del Partito Popolare Europeo all'Europarlamento.[9].

Nell'aprile 2014 viene scelto candidato, alle Elezioni europee del 2014 (Italia) come capolista del Nuovo Centrodestra - Unione di Centro nella Circoscrizione Italia insulare (che raccoglie i collegi di Sicilia e Sardegna). Con 56.446 è il primo degli eletti in termini di preferenze per la lista NCD-UDC ed il primo nella Circoscrizione Isole rappresenta uno dei 3 membri della lista eletto all'Europarlamento.

Il 7 luglio del 2014 viene eletto per acclamazione Presidente della Commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza alimentare il 7 luglio 2014, incarico che ricopre sino al 2017.

Nel 2015, nella medesima commissione ambiente, come relatore principale chiede il ritiro[10] una controversa[11] proposta della Commissione europea in materia di OGM. La plenaria del Parlamento europeo il 28 ottobre 2015 ha confermato la relazione La Via e ha respinto la proposta della Commissione.[12]

Nel novembre 2017 è designato vice-presidente della regione, in quota AP nella coalizione di centro-sinistra con candidato civico Fabrizio Micari per le elezioni regionali siciliane del 5 novembre che però vedranno vincitore Nello Musumeci.

L’11 febbraio 2018 lascia AP e torna in Forza Italia. Il commissario regionale del partito Gianfranco Micciché si oppone a una sua candidatura alle elezioni europee del 2019 preferendogli il capogruppo in regione Milazzo.[13]

NoteModifica

  1. ^ Gualtieri (Pd) presidente Commissione Econ a Parlamento Ue -, in ANSA.it, 7 luglio 2014. URL consultato il 23 febbraio 2018.
  2. ^ Giovanni LA VIA
  3. ^ Agricoltura Notizie
  4. ^ Ue: La Via (Pdl) nuovo relatore bilancio 2013 - La voce degli Eurodeputati - ANSA Europa - ANSA.it
  5. ^ Pdl: La Via nuovo capogruppo al Parlamento europeo - Altre news - ANSA Europa - ANSA.it
  6. ^ L'addio al Pdl (in frantumi), rinasce Forza Italia
  7. ^ Costituito il gruppo Nuovo Centrodestra all'Europarlamento
  8. ^ Berlusconi lancia Forza Italia E Alfano il Nuovo Centrodestra
  9. ^ Economia e Finanza - Corriere della Sera
  10. ^ In linea con le opinioni espresse da un'ampia maggioranza dei membri della commissione ENVI e, in particolare, sulla base dei motivi sopra illustrati, il relatore propone pertanto di respingere la proposta della Commissione., su europarl.europa.eu, 2015-09.
    «La commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale invita la commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare, competente per il merito, a proporre la reiezione della proposta della Commissione.».
  11. ^ Angela Lamboglia, Agriculture MEPs vote to safeguard GM food and feed imports, 4 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2015).
  12. ^ Risoluzione legislativa del Parlamento europeo del 28 ottobre 2015 sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 1829/2003 per quanto concerne la possibilità per gli Stati membri di limitare o vietare l'uso di alimenti e mangimi geneticamente modificati sul loro territorio (COM(2015)0177 – C8-0107/2015 – 2015/0093(COD)), su europarl.europa.eu, 28 ottobre 2015.
  13. ^ Europee: Milazzo nella lista di Forza Italia, l'ultima sorpresa è Gabriella Giammanco, su Giornale di Sicilia. URL consultato il 17 aprile 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica