Apri il menu principale

Giovanni Trainini

allenatore di calcio e calciatore italiano
Giovanni Trainini
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Ritirato 1983 - giocatore
2010 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1971-1973Brescia8 (0)
1973-1976Bolzano38+ (1+)
1976-1979Triestina72 (2)
1979-1983Sant'Angelo? (?)
Carriera da allenatore
1983-1990MonzaGiovanili
1990-1993Monza
1994-1997Lumezzane
1997-1998Saronno
1998-1999Como
1999-2000Cremonese
2000-2001Montichiari
2002-2004Pro Sesto
2004Pro Sesto
2004-2005Monza
2005-2006Pro Sesto
2007Lumezzane
2008-2009Bianco e Viola.svg Castegnato
2009-2010Rodengo Saiano
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giovanni Trainini (Corzano, 5 marzo 1949) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Ha disputato due campionati di Serie B con il Brescia, esordendo tra i cadetti il 7 maggio 1972 nella partita Brescia-Reggiana (1-1).[1] Ha giocato in Serie C con la maglia del Bolzano nel ruolo di centrocampista, più precisamente mezza punta dai piedi buoni.[2]. Poi nella Triestina tra C e C1 e a Sant'Angelo Lodigiano.

AllenatoreModifica

Ha iniziato ad allenare nel settore giovanile del Monza, per poi passare alla guida della prima squadra nel finale della stagione 1990-1991 quando sostituì l'esonerato Franco Varrella e chiuse con un 5º posto nel campionato di Serie C1 e con la vittoria della Coppa Italia Serie C; l'anno seguente ottiene invece un 2º posto in classifica, che vale ai biancorossi la promozione in Serie B. Trainini viene riconfermato alla guida della squadra brianzola anche nella stagione 1992-1993, che viene chiusa con un 13º posto in classifica nella serie cadetta, mentre l'anno successivo viene esonerato a stagione in corso. Dal 1994 al 1997 ha allenato il Lumezzane, sempre in Serie C2, ottenendo due secondi posti consecutivi nelle sue prime due stagioni e vincendo il campionato (con conseguente promozione in Serie C1) nella stagione 1996-1997. L'anno seguente passa ad allenare il Saronno, con cui ottiene un 12º posto in classifica in Serie C1, mentre nella stagione 1998-1999 chiude al 2º posto in classifica il campionato di Serie C1 alla guida del Como. Dopo un'ulteriore esperienza in terza serie alla Cremonese, chiusa con un esonero a stagione in corso, ha allenato per due anni consecutivi il Montichiari in Serie C2, venendo esonerato nella parte finale della sua seconda stagione. Ha poi allenato per due campionati consecutivi la Pro Sesto, prima di tornare al Monza nella stagione 2004-2005[3], nella quale viene ancora una volta esonerato a stagione in corso. Si chiude con un esonero anche la sua seconda avventura sulla panchina della Pro Sesto, in Serie C1 nella stagione 2005-2006, in seguito alla quale rimane inattivo per tre stagioni, fino al 2009, quando siede per un campionato sulla panchina del Rodengo Saiano in Lega Pro Seconda Divisione. Dopo quest'ultima esperienza ha smesso di allenare ed ha iniziato a lavorare come opinionista televisivo[4].

PalmarèsModifica

AllenatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Monza: 1990-1991
Lumezzane: 1996-1997

NoteModifica

  1. ^ Tutto il Brescia, tremila volte in campo, di Ciro Corradini, Marco Bencivenga e Carlo Fontanelli, GEO Edizioni 2007, da pagina 270 a pagina 277.
  2. ^ L'Alto Adige in cima alla lista di Trainini - Alto Adige
  3. ^ Monza Brianza 1912 pronto al debutto Archivio storico del Corriere della Sera
  4. ^ Cosa fanno ora, quattordicesima puntata Sportgrigiorosso.it

Collegamenti esterniModifica