Apri il menu principale

Giovanni d'Albret-Orval

nobile francese, governatore della Champagne e Brie

Giovanni d'Albret-Orval (... – Langres, 10 maggio 1524) è stato un nobile francese, sovrano di Orval, barone de Lesparre, signore di Châteaumeillant, conte di Rethel per parte di moglie e conte di Dreux. Era governatore della Champagne e Brie. Fu sepolto nella cattedrale di Langres[1].

Muro parapetto di una casa di Châteaumeillant con l'arma di Giovanni d'Albret

GenealogiaModifica

Era figlio di Arnaud Amanieu, sovrano di Orval (morto nel 1463, figlio di Carlo II d'Albret) e di Isabelle de La Tour d'Auvergne (morì 8 settembre 1488). Il 15 aprile 1486 sposò Charlotte de Bourgogne (1472-23 agosto 1500), figlia di Giovanni II di Nevers ed ebbero tre figlie:

Giovanni d'Albret ebbe anche due figli naturali:

CarrieraModifica

  • Fu nominato luogotenente del re nella regione della Champagne il 17 febbraio 1487.
  • Nominato governatore di Champagne, Brie, Sens e Langres il 20 febbraio 1488.[5] È in questa veste che ha dato il suo nome alla torre di Navarra e Orval, costruita tra il 1512 e il 1519 sotto il suo governo a Langres.
 
Arma della Casa d'Albret

ArmaModifica

Inquartato: nel 1º e 4º d'azzurro, a tre gigli d'oro; nel 2º e 3º di rosso pieno.

NoteModifica

  1. ^ Questa tomba è purtroppo scomparsa.
  2. ^ (FR) Complainte du trépas de demoiselle Hélène d'Albret, manuscrit inscrite, avec l'année de décès, au Bibliothèque historique de la France, Jacques Lelong, nouvelle édition revue et augmentée par feu M. Fevret de La Fontette, tome quatrième, Paris, veuve Herissant, 1775, p. 207, n° 48000.
  3. ^ (FR) Louis Moréri, Le grand dictionnaire historique, tome 1, Basle, Jean Brandmuller, 1731, p. 191.
  4. ^ (FR) Anselme de Saint-Marie, ììHistoire de la maison royale de France anciens barons du royaume et des grands officiers de la couronneìì, 3e éd., 1726 (reprint Paris, Éditions du Palais-Royal, 1967-1968), FHL book 944 D5a; FHL microfilms 532,231-532,239, vol. 6 p. 218.
  5. ^ (FR) Maurice Poinsignon, Histoire générale de la Champagne et de la Brie, 2e éd., tome II, Châlons-sur-Marne, Martin frères, 1897, p. 466.

BibliografiaModifica

  • (FR) Mémoires de la Société historique, littéraire et scientifique du Cher, 4e série, 16e volume, Bourges, Renaud / Paris, Émile Lechevalier, 1901, p. 54-55

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica