Giuseppe Palumbo (politico Regno d'Italia)

politico del Regno d'Italia
Giuseppe Palumbo
Ammiraglio Giuseppe Palumbo.jpg

Ministro della Marina
Durata mandato 29 giugno 1898 –
14 maggio 1899
Capo di Stato Umberto I
Presidente Luigi Pelloux
Predecessore Felice Napoleone Canevaro
Successore Giovanni Bettolo

Senatore del Regno d'Italia
Legislature dalla XXI
Gruppo
parlamentare
Sinistra
Incarichi parlamentari
Commissione d'inchiesta per la marina militare
Sito istituzionale

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XX, XXI
Gruppo
parlamentare
Sinistra
Collegio Castellamare di Stabia

Dati generali
Professione Militare di carriera

Giuseppe Palumbo (Napoli, 31 dicembre 1840Napoli, 16 febbraio 1913[1]) è stato un politico e ammiraglio italiano. Come membro in carriera della Regia Marina, partecipò alla campagna per l'indipendenza e l'unità d'Italia del 1860-1861, poi alla terza guerra d'Indipendenza del 1866 ed infine alla spedizione del Mar Rosso nella campagna d'Africa del 1887-1888. Conclusa la carriera militare, fu deputato dal 1897 al 1902 e poi senatore nel 1904[2], sottosegretario di Stato e ministro della Marina nel primo Governo Pelloux dal 29 giugno 1898 al 14 maggio 1899.[3]

Carriera militareModifica

Fu Capo di Stato maggiore della Squadra permanente dal 17 dicembre 1885 al 10 maggio 1886 e insignito del grado di Contrammiraglio il 28 dicembre 1890; quindi fu Comandante superiore del corpo reale degli equipaggi tra l'11 febbraio 1891 ed il 22 gennaio 1893 ed in seguito Comandante dell'Accademia navale dal 1º dicembre 1893 all'11 gennaio 1895. L'anno successivo, il 9 aprile, raggiunse il grado di Viceammiraglio, e venne nominato Comandante in capo della Forza navale del Mediterraneo il 1º maggio 1901, cui seguì l'incarico a Presidente del Consiglio superiore di marina che mantenne dal 2 luglio 1903 al 16 luglio 1904.

OnorificenzeModifica

  Medaglia d'argento al valor militare
  Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia
— 8 giugno 1874
  Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
— 30 dicembre 1882
  Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
— 17 gennaio 1889
  Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
— 10 marzo 1895
  Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
— 5 giugno 1877
  Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
— 11 giugno 1885
  Commendatore dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
— 15 dicembre 1893
  Grande ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
— 5 febbraio 1903
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia
— 9 gennaio 1904
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 21 dicembre 1905
  Croce d'oro per anzianità di servizio
  Medaglia a ricordo delle guerre combattute per l'Indipendenza e l'Unità d'Italia
  Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare
  Medaglia commemorativa delle campagne d'Africa
  • Medaglia col motto "Unità d'Italia 1848-1870"

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica