Governo Balbo

1º Governo del Regno di Sardegna
Governo Balbo
Cesare Balbo 1848.jpg
Cesare Balbo (1848)
StatoRegno di Sardegna Regno di Sardegna
Presidente del ConsiglioCesare Balbo
LegislaturaI
Giuramento16 marzo 1848
Dimissioni5 luglio 1848
Governo successivoCasati
27 luglio 1848
Casati Right arrow.svg

Il Governo Balbo è stato il primo ministero costituzionale del Regno di Sardegna. Il gabinetto rimase in carica dal 16 marzo al 27 luglio 1848.

Cesare Balbo rassegnò le dimissioni il 5 luglio 1848, in seguito al voto di sfiducia dato alla Camera sulla questione lombarda (modalità per l'unione della Lombardia) e delle Provincie di Padova, Vicenza, Treviso e Rovigo).[1]

ComposizioneModifica

Carica[2] Ritratto Nome Dal Al
Presidenza del Consiglio dei ministri   Cesare Balbo 16 marzo 1848 27 luglio 1848
Ministro degli Affari Esteri   Vincenzo Ricci 16 marzo 1848 27 luglio 1848
Ministro dei Lavori Pubblici   Luigi des Ambrois de Nevache 16 marzo 1848 27 luglio 1848
Ministro dell'Interno   Lorenzo Pareto 16 marzo 1848 27 luglio 1848
Ministro dell'Istruzione Pubblica   Carlo Bon Compagni di Mombello 16 marzo 1848 27 luglio 1848
Ministro della Guerra   Antonio Franzini 16 marzo 1848 27 luglio 1848
Ministro delle Finanze   Ottavio Thaon di Revel 16 marzo 1848 27 luglio 1848
Ministro per gli Affari Ecclesiastici, di Grazia e Giustizia   Federigo Sclopis di Salerano 16 marzo 1848 27 luglio 1848
Ministro senza portafoglio   Vincenzo Gioberti 20 luglio 1848 27 luglio 1848

NoteModifica

  1. ^ F. Bartolotta, vol. II, pag. 1.
  2. ^ I Governo Balbo, su camera.it.

BibliografiaModifica

  • Francesco Bartolotta (a cura di), Parlamenti e governi d'Italia dal 1848 al 1970, Roma, Vito Bianco Ed., 1971.

Voci correlateModifica