Governo Katainen

settantaduesimo governo della Finlandia
Governo Katainen
Jyrki Katainen A4.jpeg
StatoFinlandia Finlandia
Capo del governoJyrki Katainen
(Kok.)
Coalizione
Giuramento22 giugno 2011
Dimissionigiugno 2014
Governo successivo24 giugno 2014

Il Governo Katainen (22 giugno 2011[2] - 24 giugno 2014[3]) è stato il settantaduesimo governo della Finlandia, formatosi dopo le negoziazioni per le elezioni parlamentari del 2011 tra i partiti parlamentari. Guidato dal Primo ministro Jyrki Katainen (Kok.), 12 ministeri su 19 sono guidati dal Partito di Coalizione Nazionale e dal Partito Socialdemocratico Finlandese (SDP), mentre l'Alleanza di Sinistra (Vas.), la Lega Verde (Vihr.), il Partito Popolare Svedese di Finlandia (RKP) e i Democratici Cristiani Finlandesi (KD) gestiscono i rimanenti ministeri. Il 22 giugno 2011 il Parlamento confermò l'elezione di Katainen come Primo Ministro e la Presidente della Repubblica Tarja Halonen inaugurò il governo. Due parlamentari dell'Alleanza di Sinistra votarono contro Katainen, per il quale vennero espulsi dal gruppo[2][4]. Il 25 marzo 2014 l'Alleanza di Sinistra passa all'opposizione a causa di un pacchetto di tagli alla spesa pubblica e aumento delle tasse[1].

Nel giugno 2014, Katainen si dimise da leader del Partito di Coalizione Nazionale e da Primo ministro per un ruolo all'interno dell'Unione europea[5]. Il 23 giugno 2014 venne eletto Alexander Stubb come Primo ministro[6] e il giorno dopo il Presidente della Repubblica Sauli Niinistö varò il Governo Stubb[3].

ComposizioneModifica

Kok. ha sei ministeri e altrettanti ne ha il PSD. L'Alleanza di Sinistra, la Lega Verde e il PPS hanno due ministeri ciascuno mentre i Democratici Cristiani ne hanno uno solo[7]. Il PCN[8], il PSD[8], l'Alleanza di Sinistra[8][9], il PPS[8] e i Democratici Cristiani[10] hanno annunciato i loro candidati ministri durante il weekend tra il 17 e il 19 giugno mentre la Lega Verde ha annunciato il designato ministro il 20 giugno[11].

MinisteriModifica

Ministero Ufficio Ministro Immagine Partito Data di inizio
Primo ministro Primo ministro Jyrki Katainen   Partito di Coalizione Nazionale 22 giugno 2011
Ministero delle finanze Ministero della Finanza e Vice Primo Ministro Jutta Urpilainen  
Partito Socialdemocratico Finlandese
22 giugno 2011
Ministero della Pubblica Amministrazione e dei Governi Locali Henna Virkkunen   Partito di Coalizione Nazionale 22 giugno 2011

Ministero degli affari esteri
Ministero degli Esteri Erkki Tuomioja   Partito Socialdemocratico Finlandese 22 giugno 2011
Ministero degli Affari Europei Alexander Stubb   Partito di Coalizione Nazionale 22 giugno 2011
Ministero dello Sviluppo Internazionale Pekka Haavisto   Lega Verde 17 ottobre 2013
Ministero della giustizia Ministero della Giustizia Anna-Maja Henriksson   Partito Popolare Svedese di Finlandia 22 giugno 2011
Ministero degli Interni Ministero degli Interni Päivi Räsänen   Democratici Cristiani Finlandesi 22 giugno 2011
Ministero della Difesa Ministero della Difesa Carl Haglund   Partito Popolare Svedese di Finlandia 5 luglio 2012
Ministero dell'Educazione e della Cultura Ministero dell'Educazione Krista Kiuru   Partito Socialdemocratico Finlandese 24 maggio 2013
Ministero della Cultura e dello Sport Paavo Arhinmäki   Alleanza di Sinistra 22 giugno 2011
Ministero dell'Agricoltura e della Foresta Ministero dell'Agricoltura e della Foresta Jari Koskinen   Partito di Coalizione Nazionale 22 giugno 2011
Ministero dei Trasporti e delle Comunicazioni Ministero dei Trasporti Merja Kyllönen   Alleanza di Sinistra 22 giugno 2011
Ministero del Lavoro e dell'Economia Ministero degli Affari Economici Jan Vapaavuori   Partito di Coalizione Nazionale 16 novembre 2012
Ministero del Lavoro Lauri Ihalainen   Partito Socialdemocratico Finlandese 22 giugno 2011
Ministero degli Affari Sociali e della Salute Ministero degli Affari Sociali e della Salute Paula Risikko   Partito di Coalizione Nazionale 22 giugno 2011
Ministero della Salute e dei Servizi Sociali Susanna Huovinen   Partito Socialdemocratico Finlandese 24 maggio 2013
Ministero dell'Ambiente Ministero dell'Ambiente Ville Niinistö   Lega Verde 22 giugno 2011
Ministro della Casa e delle Comunicazioni Pia Viitanen   Partito Socialdemocratico Finlandese 24 maggio 2013

Prima di diventare ministri, Hautala e Haglund erano europarlamentari mentre Koskinen era un membro dell'Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo.

Haglund succedette a Stefan Wallin come Ministro della Difesa nel luglio 2012 mentre Vapaavuori succedette a Jyri Häkämies come Ministro degli Affari Economici nel novembre 2012.

DimissioniModifica

Il Ministro per lo Sviluppo Internazionale Heidi Hautala si dimise dal governo nell'ottobre 2013. La vicenda è collegata all'azione dimostrativa di Greenpeace contro la ricerca di petrolio nell'Artide portata avanti dalla azienda statale Arctia Shipping e Gazprom presso Prirazlomnoye nel settembre del 2013[12].

Piattaforma di governoModifica

Il 17 giugno 2011 il nuovo governo ha annunciato la sua piattaforma[13] per il quinquennio 2011-2015[14].

NoteModifica

  1. ^ a b (FI) Mika Lehto, Vasemmistoliitto lähtee hallituksesta, su iltasanomat.fi, Ilta Sanomat, 25 marzo 2014. URL consultato il 25 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 26 marzo 2014).
  2. ^ a b (FI) Uusi hallitus nimitettiin, in Helsingin Sanomat, Sanoma News, 22 giugno 2011. URL consultato il 24 giugno 2011.
  3. ^ a b (FI) Juha Roppola, Presidentti Niinistö nimitti Suomelle uuden hallituksen, su hs.fi, Helsingin Sanomat, 24 giugno 2014. URL consultato il 24 giugno 2014.
  4. ^ (FI) Mustajärvi ja Yrttiaho ulos vasemmistoliiton eduskuntaryhmästä, su Helsingin Sanomat, Sanoma News, 30 giugno 2011. URL consultato il 30 giugno 2011.
  5. ^ (EN) Kasper Viita, Finland Prepares for Prime Minister Switch as Katainen Quits, su bloomberg.com, Bloomberg News, 13 giugno 2014. URL consultato il 24 giugno 2014.
  6. ^ (FI) Teemu Luukka e Olli Pohjanpalo, Eduskunta valitsi Stubbin pääministeriksi, su hs.fi, Helsingin Sanomat, 23 giugno 2014. URL consultato il 24 giugno 2014.
  7. ^ (FI) Uuden hallituksen salkkujako, in Helsingin Sanomat, Sanoma News, 17 giugno 2011. URL consultato il 22 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 23 luglio 2011).
  8. ^ a b c d (FI) Perhe? Koulutus? Työkokemus? Tässä ovat uudet ministerimme, MTV3, 18 giugno 2011. URL consultato il 22 giugno 2011.
  9. ^ (FI) Puoluevaltuusto ja eduskuntaryhmä päättävät hallitukseen osallistumisesta, su vasemmistoliitto.fi, Alleanza di Sinistra, 17 giugno 2011. URL consultato il 22 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2011).
  10. ^ (FI) Joonas Laitinen, Kristillisten Päivi Räsänen ottaa vastuun maahanmuuttoasioista, in Helsingin Sanomat, Sanoma News, 18 giugno 2011. URL consultato il 22 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 19 giugno 2011).
  11. ^ (FI) Niinistö ympäristöministeriksi, Hautala kehitysyhteistyöministeriksi, su yle.fi, Yleisradio, 17 giugno 2011. URL consultato il 21 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 23 giugno 2011).
  12. ^ (EN) Hautala steps down over Greenpeace furore, su yle.fi, Yleisradio, 11 ottobre 2013. URL consultato il 22 gennaio 2014.
  13. ^ (FI) Neuvottelutulos hallitusohjelmasta (PDF), su valtioneuvosto.fi, Governo della Finlandia, 17 giugno 2011. URL consultato il 22 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2013).
  14. ^ (FI) Hallitusohjelman pääkohdat, in Helsingin Sanomat, Sanoma News, 17 giugno 2011. URL consultato il 22 giugno 2011.