Apri il menu principale
Cibo in cottura su una griglia

La griglia è uno strumento utilizzato nelle grigliate per cucinare soprattutto carne e pesce, ma anche alcuni tipi di vegetali (zucchine, melanzane, peperoni, etc.) e molluschi[1].

Indice

StrutturaModifica

Consiste comunemente in un reticolo d'acciaio, costituito da barre orizzontali che si incrociano con quelle verticali. Può essere rettangolare, quadrata o anche circolare[2].

StoriaModifica

La griglia venne utilizzata per la prima volta dagli Achei nella Grecia Antica, attorno al IX secolo a.C. ma alcuni reperti furono ritrovati nel regno d'Egitto. Dagli Achei in poi la griglia ha trovato una rapida espansione e sviluppo trasformandosi per rendere più veloce ed efficace la cottura delle pietanze . Ne è documentata la prima apparizione in Italia attorno al X secolo presso Arminum (l'odierna Rimini). Oggi la griglia viene utilizzata per la cottura di medi e piccoli tagli di carne.[senza fonte]

NoteModifica

  1. ^ Paola Slelly Uberti e Mauro Trombetta, ALLA GRIGLIA - Storie e ricette di cibo e fiamme, su books.google.it. URL consultato il 20 marzo 2019.
  2. ^ Griglia, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cucina