Apri il menu principale
Cotoletta
Cotoletta e patate al forno.jpg
Cotoletta con patate al forno
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioniLombardia
Emilia-Romagna
Veneto
Valle d'Aosta
Campania
Sicilia
Lazio
Diffusionemondiale
Dettagli
Categoriasecondo piatto
Ingredienti principalicarne, pane trito
Varianticotoletta alla milanese
cotoletta alla bolognese
faldìa
Wiener Schnitzel
tonkatsu
 

Cotoletta (dal francese côtelette[1], côte: "costoletta") si riferisce a:

Nella cucina italianaModifica

Famosa è la cotoletta alla milanese, una cotoletta (a rigore) di vitello impanata e fritta nel burro.
Ne è variante la cosiddetta "orecchia d'elefante", cotoletta così chiamata per la forma e solitamente servita con contorno di verdure miste.

Altri tipi di cotoletta possono essere la cotoletta alla bolognese (col prosciutto), la faldìa di cavallo piacentina e le cotolette "alla valtellinese", "alla veneta", "alla valdostana", "alla siciliana" e alla "napoletana". A Roma e in provincia invece viene comunemente chiamata "fettina panata" quella con il vitello, a differenza della "cotoletta di abbacchio".

In quasi tutte le regioni d'Italia sono preparate cotolette a base di spalla o coscia di manzo o di petto di pollo.

Nella cucina indianaModifica

Nella cucina indiana il termine può essere anche usato per il corrispettivo piatto, che è un tortino vegetariano fritto.

Nella cucina giapponeseModifica

La cotoletta fu introdotta in cucina giapponese durante il periodo Meiji, in un ristorante di cucina occidentale nel distretto di Ginza, Tokyo. La pronuncia giapponese di "cotoletta" è katsuretsu. Nella cucina giapponese, katsuretsu o semplicemente katsu è in realtà il nome per la variante giapponese del viennese "schnitzel", una cotoletta impanata. Una variante della cotoletta molto comune è il tonkatsu, per il quale viene utilizzata la carne di maiale.

Nella cucina statunitenseModifica

Dagli Stati Uniti arriva la cotoletta di pollo, a base di petto o di altre sue parti e diffusa in tutto il mondo anche grazie ai fast food. La cotoletta è preparata passando carne di pollo in farina, uova e pangrattato, e poi friggendola in padella con olio o burro.

NoteModifica

  1. ^ Cotoletta, su garzantilinguistica.it. URL consultato il 3 febbraio 2015.

Altri progettiModifica

  Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina