Apri il menu principale
Mons.Guglielmo Grassi
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo titolare di Damiata
 
Nato3 marzo 1868 a Genzano di Roma
Ordinato presbitero19 marzo 1894
Consacrato vescovo24 febbraio 1937
Deceduto14 settembre 1954 a Marino
 

Guglielmo Grassi (Genzano, 3 marzo 1868Marino, 14 settembre 1954) è stato un vescovo cattolico italiano. È stato abate parroco della basilica collegiata di San Barnaba di Marino dal 1908 e anche canonico presso la Collegiata della Santissima Trinità (Genzano di Roma) chiamatovi dal vescovo di Albano cardinale Gennaro Granito Pignatelli di Belmonte e vescovo titolare di Damiata (elevato da Pio XI il 13 gennaio 1937).

A Marino monsignor Grassi rinvigorì la comunità parrocchiale, provata dall'ostilità della maggioranza repubblicana,[1] tanto che nel 1911 si ebbe il primo sindaco di provenienza cattolica dal 1870. Inoltre costituì il gruppo dell'Azione Cattolica e l'oratorio parrocchiale, con l'aiuto di Zaccaria Negroni, Emilio Giaccone e di altri collaboratori. Inoltre durante la prima guerra mondiale accolse i figli delle donne che dovendo andare a lavorare e non avevano un luogo dove lasciare i piccoli, costituendo un asilo. Durante il secondo conflitto mondiale, in cui Marino fu duramente colpita,[2] aprì le porte dei sotterranei della basilica a numerosi sfollati. Costituì un cinema parrocchiale (detto dai marinesi i cinema de' i preti), e la Cassa Rurale Artigiana.[senza fonte]

NoteModifica

  1. ^ Sulle vicende precedenti l'arrivo del parroco Grassi a Marino, si veda Ugo Onorati, Lo scandalo dell'Abate Pandozi, in Strenna dei Romanisti, 67 (2007), pp. 503 ss.
  2. ^ Vedi I Castelli Romani durante la seconda guerra mondiale

BibliografiaModifica

  • Anna Baldazzi, Flavio Napoleoni, Giuseppe Toniolo in provincia: la diocesi di Albani, la nascita della Democrazia Cristiana e della cassa rurale di Genzano, Genzano di Roma 2012.
  • Anna Baldazzi, Don Guglielmo Grassi a Genzano, Ariccia 2016.

FontiModifica

Collegamenti esterniModifica