Apri il menu principale

Guglielmo II Adelardi (o Marcheselli) (Ferrara, 11201185) è stato un politico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Discendente dell'antica famiglia comitale degli Adelardi (o Marcheselli o Marchesella), era figlio di Guglielmo I e di Adelasia.

Fu capo della fazione guelfa di Ferrara, in lotta con i ghibellini Torelli. Nel 1135 contribuì alla edificazione della cattedrale di Ferrara. Nel 1158 condusse una congiura contro Salinguerra Torelli per il dominio della città, sottoponendola alla giurisdizione del pontefice.

Nel 1173 partecipò, con Aldruda Frangipane, contessa di Bertinoro, alla lega per la difesa della città di Ancona, assediata dalle forze imperiali di Cristiano di Magonza.

Nel 1177 accolse papa Alessandro III in visita a Ferrara.

Morì nel 1185 e fu sepolto nella cattedrale da lui stesso voluta.

Nel testamento lasciava i suoi beni al fratello Adelardo Adelardi, o nel caso questi gli fosse premorto, alla figlia di questi Marchesella e ai figli di una loro sorella di cui non si conosce il nome, sposata a Giocolo Giocoli (Linguetta e Guglielmo Giocoli).[1]

RiconoscimentiModifica

A lui la città di Ferrara ha dedicato una delle sue vie nel centro storico: via Guglielmo degli Adelardi.

NoteModifica

  1. ^ Hélène Angiolini, voce "Marcheselli Guglielmo", in Dizionario biografico degli italiani, Treccani, volume 69, 2007.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica