Apri il menu principale
Guido Barbujani

Guido Barbujani (Adria, 31 gennaio 1955) è un genetista e scrittore italiano. Ha lavorato alla State University of New York a Stony Brook (Stato di New York), alle Università di Padova e Bologna, e dal 1996 è professore di genetica all'Università di Ferrara[1].

Indice

StudiModifica

Laureato in Scienze Biologiche si è formato in genetica delle popolazioni, ha lavorato su diversi aspetti della diversità genetica umana e della biologia evoluzionistica. In collaborazione con Robert R. Sokal, è stato fra i primi a sviluppare i metodi statistici per confrontare dati genetici e linguistici, e così ricostruire la storia evolutiva delle popolazioni umane. Le sue analisi della variabilità genetica in Europa sono fra i principali elementi a favore del modello di diffusione demica neolitica proposto per primo da Luca Cavalli-Sforza, secondo cui l'agricoltura si è diffusa in Europa soprattutto grazie all'immigrazione di agricoltori neolitici provenienti dal sudest[2].

Due importanti conseguenze di questi risultati sono: (1) che la maggior parte degli antenati degli attuali europei non si trovavano in Europa, ma nel vicino Oriente, fino all'epoca neolitica; e (2) che i primi agricoltori, nel corso della loro espansione verso ovest e verso nord, hanno portato con sé le loro tecnologie, i loro geni, e forse anche le loro lingue.

Autore di quattro romanzi e tre saggi scientifici, uno dei quali in collaborazione con Pietro Cheli, nei suoi studi Barbujani si è anche occupato di DNA antico, nell'uomo di Cro-Magnon, negli Etruschi[3][4][5] e nei Sardi dell'età nuragica[6]. Attraverso lo studio del DNA e di come le differenze genetiche sono distribuite fra popolazioni umane, è arrivato a dimostrare come il concetto tradizionale di razza non rappresenti una descrizione soddisfacente della diversità umana[7]. Al contrario, sembra che ogni gene o gruppo di geni presenti una diversa distribuzione, il che spiega come mai non si sia mai raggiunto un accordo fra i diversi cataloghi razziali proposti a partire dal Settecento.

RiconoscimentiModifica

Nel 2007 con il saggio L'invenzione delle razze vince il quinto Premio letterario Merck Serono, premio dedicato a saggi e romanzi, pubblicati in italiano, che sviluppino un confronto ed un intreccio tra scienza e letteratura, con l'obiettivo di stimolare un interesse per la cultura scientifica rendendo accessibile anche ai meno esperti.

Nel 2014 vince il Premio Napoli [8] con la motivazione: Genetista di fama internazionale, Guido Barbujani si è segnalato per la sua opera di divulgazione scientifica, che ha avuto come oggetti privilegiati l'evoluzione umana e il tema delle ‘razze'; nonché per la sua produzione narrativa, tra fiction, autobiografia e documento. Per entrambe le vie, ha fornito al dibattito culturale utili antidoti a pericolose tendenze ideologizzanti e pseudo-scientifiche. La sua prosa, limpida ed efficace, e il senso innato della narrazione, ne fanno una figura singolare nello scenario italiano dove, a dispetto di Galilei, la qualità media della divulgazione scientifica appare oggi modesta.

OpereModifica

Pubblicazioni scientificheModifica

  • Barbujani G. and Sokal R.R. (1990) Zones of sharp genetic change in Europe are also linguistic boundaries. Proceedings of the National Academy of Sciences USA 87:1816-1819.
  • Barbujani G., Magagni A., Minch E. and Cavalli-Sforza L.L. (1997) An apportionment of human DNA diversity. Proceedings of the National Academy of Sciences USA 94:4516-4519.
  • Barbujani G. and Bertorelle G. (2001) Genetics and the population history of Europe. Proceedings of the National Academy of Sciences USA 98:22-25.
  • Chikhi L., Destro-Bisol G., Bertorelle G., Pascali V., and Barbujani G. (1998) Clines of nuclear DNA markers suggest a recent, Neolithic ancestry of the European gene pool. Proceedings of the National Academy of Sciences USA, 95:9053-9058.
  • Romualdi C., Balding D., Nasidze I.S., Risch G., Robichaux M., Sherry S., Stoneking M., Batzer M. and Barbujani G. (2002) Patterns of human diversity, within and among continents, inferred from biallelic DNA polymorphisms. Genome Research 12:602-612.
  • Barbujani G. and Goldstein D.B. (2004) Africans and Asians abroad: Genetic diversity in Europe. Annual Review of Genomics and Human Genetics 5:119-150.
  • Dupanloup I., Bertorelle G., Chikhi L. and Barbujani G. (2004) Estimating the impact of prehistoric admixture on the Europeans' genome. Molecular Biology and Evolution 21:1361-1372
  • Barbujani G. (2005) Human races: Classifying people vs. understanding diversity. Current Genomics 6:215-226
  • Belle E.M.S., Ramakrishnan U., Mountain J. and Barbujani G. (2006) Serial coalescent simulations suggest a weak genealogical relationship between Etruscans and modern Tuscans. Proceedings of the National Academy of Sciences USA 103:8012-8017.
  • Caramelli D., Milani L., Vai S., Modi A., Pecchioli E., Girardi M., Pilli E., Lari M., Lippi B., Ronchitelli A., Mallegni F., Casoli A., Bertorelle G., Barbujani G. (2008) A 28,000 years old Cro–Magnon mtDNA sequence differs from all potentially contaminating modern sequences. PLoS ONE 3:e2700.
  • Ghirotto S., Mona S., Benazzo A., Paparazzo F., Caramelli D., Barbujani G. (2010) Inferring genealogical processes from patterns of Bronze–age and modern DNA variation in Sardinia. Molecular Biology and Evolution 27:775–786.
  • Barbujani G., Colonna V. (2010) Human genome diversity: Frequently asked questions. Trends in Genetics 26:285-295

Saggistica e narrativaModifica

  • Barbujani G. (2016) Gli africani siamo noi. Alle origini dell'uomo. Laterza, Bari.
  • Barbujani G. (2006) L'invenzione delle razze. Capire la biodiversità umana. Bompiani, Milano
  • Barbujani G. e Cheli P. (2008) Sono razzista, ma sto cercando di smettere. Laterza, Roma-Bari.
  • Barbujani G. (2008) Europei senza se e senza ma. Storie di neandertaliani e di immigrati. Bompiani, Milano.
  • Dilettanti. Marsilio, Venezia, 1994 (Ristampato come: Dilettanti. Quattro viaggi nei dintorni di Charles Darwin. Sironi, Milano, 2004)
  • Dopoguerra. Sironi, Milano, 2002.
  • Questione di razza. Mondadori, Milano, 2003.
  • Morti e sepolti. Bompiani, Milano 2010.
  • Lascia stare i santi. Una storia di reliquie e di scienziati. Einaudi, Torino, 2014.
  • Il giro del mondo in sei milioni di anni. Il Mulino, Milano, 2018. ( scritto con Andrea Brunelli)

NoteModifica

  1. ^ BARBUJANI GUIDO — Sito dei docenti di Unife
  2. ^ Estimating the Impact of Prehistoric Admixture on the Genome of Europeans - Dupanloup et al. 21 (7): 1361 - Molecular Biology and Evolution
  3. ^ Serial coalescent simulations suggest a weak genealogical relationship between Etruscans and modern Tuscans - Belle et al., 10.1073/pnas.0509718103 - Proceedings of the National Academy of Sciences
  4. ^ DNA Boosts Herodotus' Account of Etruscans as Migrants to Italy - New York Times
  5. ^ Ancient Etruscans Unlikely Ancestors Of Modern Tuscans, Statistical Testing Reveals
  6. ^ Ghirotto S., Mona S., Benazzo A., Paparazzo F., Caramelli D., Barbujani G. (2010) Inferring genealogical processes from patterns of Bronze–age and modern DNA variation in Sardinia. Molecular Biology and Evolution 27:775–786
  7. ^ Copia archiviata (PDF), su web.unife.it. URL consultato il 14 novembre 2007 (archiviato dall'url originale il 17 dicembre 2008).
  8. ^ Premio Napoli - Vincitori, su premionapoli.it. URL consultato il 17.2.2015 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2015).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN36157398 · ISNI (EN0000 0000 6161 957X · SBN IT\ICCU\RAVV\006857 · LCCN (ENn95012273 · ORCID (EN0000-0001-7854-6669 · BNF (FRcb169255325 (data)