Guido Messina

ciclista su strada e pistard italiano
Guido Messina
Guido Messina.JPG
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Pista, strada
Ritirato 1962
Carriera
Squadre di club
1954-1956Fréjus
1957-1958Asborno-Fréjus
1959Ignis
1960-1961Molteni
Nazionale
1948-1957 Italia Italia
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Oro Helsinki 1952 Inseg. sq.
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Amsterdam 1948 Inseg. dil.
Bronzo Rocourt 1950 Inseg. dil.
Bronzo Milano 1951 Inseg. dil.
Oro Zurigo 1953 Inseg. dil.
Oro Colonia 1954 Inseg. prof.
Oro Milano 1955 Inseg. prof.
Oro Copenaghen 1956 Inseg. prof.
Bronzo Rocourt 1957 Inseg. prof.
 

Guido Messina (Monreale, 4 gennaio 1931Torino, 10 gennaio 2020[1]) è stato un pistard e ciclista su strada italiano. Vinse l'oro nell'inseguimento a squadre ai Giochi olimpici di Helsinki 1952 e cinque titoli mondiali nell'inseguimento individuale, due tra i dilettanti e tre tra i professionisti.

CarrieraModifica

Si distinse soprattutto nell'attività su pista, in particolare nell'inseguimento. Nel 1952 fu parte, insieme a Marino Morettini, Loris Campana e Mino De Rossi, del quartetto che vinse la medaglia d'oro nell'inseguimento a squadre ai Giochi olimpici di Helsinki. Ai campionati del mondo colse inoltre due medaglie d'oro e due di bronzo nell'inseguimento individuale dilettanti.

Passato professionista nel 1954, vinse tre medaglie d'oro (consecutive) e una di bronzo ancora ai campionati del mondo, oltre a tre titoli italiani per professionisti. Su strada gareggiò per la Frejus, l'Asborno-Frejus, la Ignis e la Molteni. Le sue principali vittorie furono il Trofeo Banfi a Torino nel 1954, una tappa al Giro d'Italia 1955, in cui vestì per un giorno la maglia rosa, e due tappe al Gran Premio Ciclomotoristico, nel 1956 e nel 1960.

Dopo il ritiro dall'attività fu selezionatore della Nazionale italiana nella specialità inseguimento.

PalmarèsModifica

PistaModifica

Campionati del mondo, Inseguimento individuale dilettanti (Amsterdam)
Giochi olimpici, Inseguimento a squadre (con Loris Campana, Mino De Rossi e Marino Morettini)
Campionati del mondo, Inseguimento individuale dilettanti (Zurigo)
Campionati italiani, Inseguimento individuale professionisti
Campionati del mondo, Inseguimento individuale professionisti (Colonia)
Campionati italiani, Inseguimento individuale professionisti
Campionati del mondo, Inseguimento individuale professionisti (Milano)
Campionati italiani, Inseguimento individuale professionisti
Campionati del mondo, Inseguimento individuale professionisti (Copenaghen)

StradaModifica

Coppa Città di Milazzo
Trofeo Banfi
1ª tappa Giro d'Italia (Milano > Torino)
2ª tappa Gran Premio Ciclomotoristico (Terni > L'Aquila)
7ª tappa, 1ª semitappa Gran Premio Ciclomotoristico

PiazzamentiModifica

Grandi GiriModifica

1955: 47º
1958: ritirato (3ª tappa)

Classiche monumentoModifica

1950: 27º
1954: 18º
1957: 98º
1958: 8º
1960: 74º
1961: 74º

Competizioni mondialiModifica

OnorificenzeModifica

  Collare d'oro al merito sportivo
«Campione olimpico 1952»
— 15 dicembre 2015[2]

NoteModifica

  1. ^ Ciclismo in lutto: è morto Guido Messina, campione mondiale e olimpico su pista, su fanpage.it. URL consultato il 10 gennaio 2020.
  2. ^ Collari d'oro 2015, su coni.it. URL consultato il 27 dicembre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica