Apri il menu principale
hr-Sinfonieorchester
Hr-Sinfonieorchester Logo 2015.svg
Logo ufficiale
StatoGermania Germania
CittàFrankfurt am Main
DirettoreAndrés Orozco-Estrada
Periodo attività1929 - in attività
Sito web
Frankfurt Radio Symphony Orchestra

L'hr-Sinfonieorchester è l'orchestra radiofonica di Hessischer Rundfunk, la rete di trasmissione pubblica dello stato tedesco dell'Assia. Dal 1929 al 1950 fu chiamata Frankfurter Rundfunk-Symphonie-Orchester. Dal 1950 al 1971 l'orchestra è stata chiamata Sinfonie-Orchester des Hessischen Rundfunks, da allora fino al 2005 Radio-Sinfonie-Orchester Frankfurt. Per lungo tempo la traduzione inglese Frankfurt Radio Symphony Orchestra è stata utilizzata per tournée internazionali, dal 2015 il nome ufficiale internazionale è Frankfurt Radio Symphony.

La gamma di stili musicali dell'orchestra include il repertorio classico-romantico, le scoperte nella nuova musica sperimentale, i concerti per bambini e i giovani e gli impegnativi concetti di programmazione.

Indice

StoriaModifica

Hans Rosbaud, il suo primo direttore d'orchestra, impose la sua impronta sull'orientamento dell'orchestra fino all'anno 1937, concentrandosi non solo sulla musica tradizionale ma anche sulle composizioni contemporanee.

Lindbergh's Flight era un brano musicale appositamente commissionato per la radio ed eseguito dall'orchestra con un testo di Bertolt Brecht e musica di Paul Hindemith e Kurt Weill, prodotto da Ernst Hardt.[1]

Dopo la seconda guerra mondiale, Kurt Schröder e Winfried Zillig si impegnarono a ricostruire l'orchestra e un vasto repertorio musicale. Dean Dixon e Eliahu Inbal trasformarono il gruppo in un'orchestra acclamata a livello internazionale nei tre decenni dal 1961 al 1990. Lo status dell'orchestra fu ripetutamente confermato, specialmente durante l'"Era Inbal", con le apparizioni in tutto il mondo e le principali edizioni di musica registrata, come le primissime registrazioni delle versioni originali della terza, quarta e ottava sinfonia di Anton Bruckner, premiate con il Grand Prix du Disque e la prima registrazione digitale di tutte le sinfonie di Gustav Mahler, che vinsero il Deutscher Schallplattenpreis (Premio discografico tedesco) nel 1988. Inbal, che fu direttore principale dal 1974 al 1990, è stato eletto direttore laureato dal 1996.

Dal 1990 al 1996, Dmitri Kitajenko è stato direttore principale della Frankfurt Radio Symphony Orchestra. Il suo lavoro si concentrò sulla tradizione tedesca e russa e sugli stili moderni. I concerti per pianoforte di Sergei Prokofiev, con Vladimir Krajnev e una serie di opere di Alexander Scriabin sono solo due dei suoi progetti documentati su CD. Sotto Kitajenko la Frankfurt Radio Symphony effettuò lunghi tour in paesi come il Sud America, la Svizzera, gli Stati Uniti e il Giappone. Sotto la direzione di Cristóbal Halffter, iniziò un progetto su CD delle sue opere orchestrali complete, insieme a una serie di opere orchestrali della Seconda scuola viennese unitamente alle sinfonie di Robert Schumann e Brahms con Inbal. L'opera in un atto di Arnold Schönberg, Von heute auf morgen (Dall'oggi al domani), con Michael Gielen, fu distribuita come film da Jean-Marie Straub e Danièle Huillet e su CD.

Il direttore d'orchestra americano Hugh Wolff fu direttore principale della Frankfurt Radio Symphony Orchestra dal 1997 al 2006. "Flessibilità" e "varietà" furono due temi importanti nel suo lavoro con l'orchestra. Wolff applicò l'esperienza delle pratiche delle esecuzioni storiche alla moderna orchestra sinfonica, recuperando così il repertorio dai vasti mondi delle epoche classica, classica iniziale e barocca e arricchendo la letteratura del gruppo in aspetti più contemporanei. Il successo di interpretazioni entusiasmanti e una programmazione insolitamente versatile furono i marchi di fabbrica della collaborazione della Frankfurt Radio Symphony Orchestra e di Hugh Wolff. Questo successo si è riflesso nella documentazione di progetti di concerti che vanno ben oltre lo stato dell'Assia e stanno dando luogo ad apparizioni in Europa, Asia e Nord America.

L'estone Paavo Järvi ricoprì la carica di direttore musicale della Frankfurt Radio Symphony Orchestra dal 2006 al 2013 e assunse la posizione di direttore d'orchestra laureato all'inizio della stagione 2013-2014.[2][3] Paavo Järvi ha arricchito l'orchestra con nuovi aspetti musicali: ad esempio attraverso il suo impegno nel repertorio nordico e nella grande letteratura romantica e post-romantica. Paavo Järvi ha goduto di un successo continuo con la Frankfurt Radio Symphony Orchestra a livello internazionale e insieme hanno lavorato intensamente per produrre un ampio catalogo di registrazioni acclamate dalla critica, tra cui Ein deutsches Requiem e i Concerti per pianoforte n. 1 e n. 2 ( con Nicholas Angelich) di Brahms, i Concerti per violoncello di Dvořák e Herbert (con Gautier Capuçon), che ha ricevuto l'ECHO Klassik, così come Trauermusik e Der Schwanendreher di Hindemith (con Antoine Tamestit) e il Concerto per violino (con Frank Peter Zimmermann), che fu premiato con il Preis der deutschen Schallplattenkritik. Ricevettero anche il Preis der deutschen Schallplattenkritik, premio della critica trimestrale per le registrazioni dei concerti per violino di Mendelssohn e Schumann (con Christian Tetzlaff). Altre registrazioni comprendono la sinfonia n. 2 e alcuni movimenti sinfonici selezionati di Mahler, i Concerti per pianoforte di Mozart K. 467 e K. 595 (con Lars Vogt), la Sinfonia n. 1 di Hans Rott, i Concerti pianistici di Shostakovich (con Alexander Toradze) e la Sinfonia n. 7 e il Concerto per pianoforte (con Laura Mikkola) di Erkki-Sven Tüür, oltre a un CD con brani di Kagel, Furrer, Widmann e Ruzicka. Paavo Järvi e la Frankfurt Radio Symphony Orchestra hanno anche registrato cicli completi di Bruckner e Nielsen per CD e un ciclo completo di Mahler per DVD.

Il direttore d'orchestra colombiano Andrés Orozco-Estrada è il nuovo direttore musicale dell'orchestra dalla stagione 2014-2015.[4]

Direttori principaliModifica

Discografia recenteModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Bertolt Brecht, Brecht Collected Plays: 3: Lindbergh's Flight; The Baden-Baden Lesson on Consent; He Said Yes/He Said No; The Decision; The Mother; The Exception & the Rule; The Horatians & the Curiatians; St Joan of the Stockyards, Bloomsbury Publishing, 2015, ISBN 978-1-4725-3852-9. URL consultato il 28 gennaio 2018.
  2. ^ (DE) Guido Holze, Der musikalische Norden, in Frankfurter Allgemeine Zeitung (Frankfurt), 8 febbraio 2006. URL consultato il 3 agosto 2017.
  3. ^ (DE) Axel Zibulski, Tänze, Lieder, Puppen-Marsch, in Frankfurter Neue Presse (Frankfurt), 14 dicembre 2013. URL consultato il 3 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 2 agosto 2017).
  4. ^ (DE) Stefan Schickhaus, Der neue Besen: ein Hexenbesen, in Frankfurter Rundschau (Frankfurt), 24 agosto 2014. URL consultato il 1º agosto 2017.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN146989903 · LCCN (ENno2010059956 · GND (DE130976-6