IJsselmeer

lago artificiale dei Paesi Bassi

L'IJsselmeer, pron. ['ɛɪ̯səlˌmeːr] o lago di IJssel, è un lago artificiale dei Paesi Bassi, con una superficie di 1100 km², ed uno dei più grandi d'Europa. Profondo in media appena 5 metri, è separato dal Mare del Nord per mezzo di una diga lunga 32 km e chiamata Afsluitdijk o Diga del Nord.

IJsselmeer
Afsluitdijk 1031.jpg
StatoPaesi Bassi Paesi Bassi
Coordinate52°49′N 5°16′E / 52.816667°N 5.266667°E52.816667; 5.266667
Altitudine-0,4 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie1 100 km²
Lunghezza53 km
Larghezza32 km
Profondità massimam
Mappa di localizzazione: Paesi Bassi
IJsselmeer
IJsselmeer
Map of IJsselmeer.png

L'IJsselmeer fu creato nel 1932 quando lo Zuiderzee, il mare interno che allora bagnava le province del Flevoland, dell'Olanda Settentrionale e della Frisia fu separato dal mare esterno tramite l'Afsluitdijk. L'IJsselmeer deve il suo nome al fiume IJssel che ne è tributario, ed è caratterizzato dal digramma IJ che in olandese è una lettera dell'alfabeto e si scrive tutto maiuscolo.

Gli anni successivi videro la bonifica di estesi tratti di terreno, trasformati in grandi polder nell'ambito dell'imponente progetto conosciuto come Zuiderzeewerken ("lavori dello Zuiderzee"). Uno di questi, il Markerwaard prevedeva di occupare l'area della parte meridionale dell'IJsselmeer. In vista della realizzazione di tale polder, fu costruita la diga Houtribdijk, o Markerwaarddijk, terminata nel 1976, che divide idrologicamente l'IJsselmeer in due. La parte meridionale prese il nome di Markermeer. Il Markerwaard però non fu mai realizzato, perché diversi paesi rivieraschi non desideravano perdere l'accesso diretto allo specchio d'acqua.

IJsselmeer e Markermeer sono collegati da un canale, l'Hoge Vaart, che, passando per Almere attraversa il Flevopolder per tutta la sua lunghezza.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (NL) IJsselmeer, su rijkswaterstaat.nl, Ministerie van Infrastuctuur en Milieu (Ministero delle Infrastrutture e dell'Ambiente dei Paesi Bassi). URL consultato il 5 dicembre 2015.
Controllo di autoritàVIAF (EN145657874 · LCCN (ENsh85064232 · GND (DE4072726-9 · BNF (FRcb126857488 (data) · J9U (ENHE987007538403305171
  Portale Paesi Bassi: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Paesi Bassi