Apri il menu principale

Iadi (mitologia)

ninfe della pioggia nella mitologia greca

Nella mitologia greca le Iadi (in greco: Ὑάδες) erano ninfe dei boschi, delle fonti e delle paludi ed il loro nome significa "portatrici di pioggia"[1].

Indice

GenealogiaModifica

Erano figlie di Atlante e dell'Oceanina Pleione[2](che Ovidio chiama Etra[3]), avevano un fratello di nome Iante ed erano sorelle delle Pleiadi e delle Esperidi.

MitologiaModifica

I nomi e quantità delle Iadi variano a seconda dell'autore, Esiodo ed Igino elencano i nomi di cinque sorelle: Pasitoe, Coronide, Ambrosia (o Cleia), Polisso (o Faio) ed Eudora, mentre altre fonti citano solo alcune di esse e spesso con quantità inferiori e con nomi diversi[1].

Alcune storie raccontano che il fratello morì in una battuta di caccia e che le Iadi piansero la sua morte fino a quando Zeus compassionato del loro amore decise di trasformarle nella costellazione delle Iadi e di porle di fronte alla costellazione del Toro[4][5].

Altri miti narrano della loro partecipazione all'educazione di Dioniso[1].

NoteModifica

  1. ^ a b c Iadi, le Ninfe della mitologia greca dedicate alle stelle (In inglese)
  2. ^ Igino, Fabulae 192. 248
  3. ^ Ovidio Fasti v. 181
  4. ^ Ovidio Fasti 5. 181
  5. ^ Eustazio di Tessalonica, Commentari all'Iliade ed all'Odissea, 1155

Altri progettiModifica

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca