Apri il menu principale

Il termine idroambulanza si riferisce ad un'imbarcazione allestita per il trasporto di malati e/o feriti.

Nella maggioranza dei casi è adibita al soccorso in mare ed è un'imbarcazione scoperta, da diporto o un gommone con motore fuoribordo, allestito con barella galleggiante, dotazioni di primo soccorso e personale di bordo addestrato al salvataggio in acqua (OPSA della Croce Rossa Italiana o operatori di società private).

Indice

Idroambulanze a VeneziaModifica

 
Plancia di comando
 
Idroambulanza ECHO 1
 
Idroambulanza "Sanitrans"

In particolare, invece, nella città di Venezia con il termine idroambulanza si indicano le imbarcazioni adibite al soccorso sanitario cittadino S.U.E.M. - 118; tali imbarcazioni differiscono alquanto da quelle poco sopra descritte nelle maggiori dimensioni, sono infatti motoscafi chiamati anche lance con motore entrobordo o entrofuoribordo e cellula sanitaria, cabina coperta, che accoglie barella, sedia e allestimento per il soccorso a terra e non per il salvataggio in mare.

L'idroambulanza veneziana, come un'autoambulanza tradizionale, può essere allestita per un soccorso avanzato oppure per un soccorso di base. A Venezia oltre al S.U.E.M. - 118 e Croce Verde Mestre che operano su idroambulanze di tipo A, prestano servizio idroambulanze di tipo B adibite ai trasporti secondari appartenenti a Venezia Soccorso, Croce Azzurra Sanitrans e Croce Verde Mestre.

Le idroambulanze del SUEM - 118 hanno un codice radio che le identifica come ECHO (da E di emergenza, secondo l'alfabeto fonetico internazionale) e un numero progressivo da 1 a 10. Per le lance della Croce Verde è consuetudine utilizzare il soprannome IDRO seguito da un numero da 32 a 35, nonostante il nome autorizzato sia VICTOR.

Tutte le idroambulanze sono provviste di sirena bitonale, lampeggianti blu laterali, radio e radar.

EquipaggioModifica

Oltre alla singolarità dell'uso di tali imbarcazioni è originale anche l'equipaggio a bordo che si discosta molto da quello classico delle autoambulanze e cioè, oltre a infermiere e pilota, nelle idroambulanze veneziane sono impiegati due barellieri, addestrati al soccorso di base, con il compito di caricare e scaricare i pazienti in barella o in sedia e di assistere medico e infermiere nel soccorso; essi sono addestrati a lavorare con acqua alta o bassa e mare mosso, muovendosi dalla riva all'imbarcazione su strette passerelle in legno. Il pilota è in grado di affrontare condizioni meteo marine avverse.

A Venezia inoltre non esiste una "idromedica" (anche se fu fatto un esperimento di breve durata nel 2005), il medico sale nella stessa barca dell'equipaggio destinato a intervenire in codice rosso. Un'imbarcazione impropriamente denominata "idromedica" è stata tempo fa allestita dall'azienda sanitaria per trasportare i medici reperibili nelle ore notturne o nelle festività, tale imbarcazione non apparteneva alla flotta del SUEM e non era allestita per il soccorso.

Idroambulanze a Capri, Ischia e ProcidaModifica

Nel golfo di Napoli, presso le isole di Procida, Ischia e Capri, prestano servizio 3 motovedette "Idroambulanza" adibite al trasporto urgente di malati e feriti dalle isole al continente. Tali unità sono in collegamento radio con il sistema di emergenza sanitaria 118. Inoltre è garantita un'assistenza medico-specialistica radio-telefonica di supporto al personale medico di bordo. Il servizio è effettuato da personale della Guardia Costiera e personale sanitario delle ASL di riferimento.

Apparati operativiModifica

  • radar di navigazione 48 miglia,
  • apparato satellitare GPS plotter per la cartografia elettronica,
  • solcometro,
  • apparati RT:
  • 2 radiotelefoni VHF,
  • ricevitore VHF/DSC,
  • 2 radiotelefoni VHF portatili,
  • radiotelefono CB,
  • HF SSB,
  • radio banda VHF/Aeronautica,
  • bussola magnetica,
  • ecoscandaglio scrivente,
  • radiogoniometro,
  • sistema antirollio con pinne stabilizzatrici

Allestimento della cellula sanitariaModifica

  • Lettiga per trasporto
  • Secondo letto abbattibile
  • Tavolo operatorio
  • Lampada scialitica
  • Sedile e consolle operatore
  • Impianto di climatizzazione con filtri micronici
  • Respiratore automatico
  • Sistema di monitoraggio dei principali parametri vitali
  • defibrillatore manuale o semiautomatico / monitor / pacemaker
  • Elettrocardiografo
  • Set di rianimazione
  • Set di immobilizzazione temporanea
  • Incubatrice ed attrezzatura per il trasporto neonatale
  Portale Primo soccorso: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di primo soccorso