Il cielo brucia

film del 1957 diretto da Giuseppe Masini
Il cielo brucia
Titolo originaleIl cielo brucia
Paese di produzioneItalia
Anno1957
Durata91 min
Dati tecniciB/N
Genereguerra
RegiaGiuseppe Masini
SoggettoGiuseppe Masini
SceneggiaturaUgo Guerra, Giuseppe Masini, Mario Guerra, Siro Angeli
ProduttoreC.T.C. Roma - Pianeta Madrid
Distribuzione in italianoFILMAR
FotografiaRiccardo Pallottini, Anchise Brizzi
MontaggioRenato Cinquini
MusicheAngelo Francesco Lavagnino
ScenografiaLamberto Giovagnoli
Interpreti e personaggi

Il cielo brucia è un film del 1957 diretto da Giuseppe Masini

TramaModifica

Storia a episodi dei membri del 18º stormo, una squadriglia aeronautica durante e dopo la seconda guerra mondiale. Ogni episodio pone il quesito su che cosa sia giusto fare e riflette sulle conseguenze delle scelte dei personaggi.

Africa settentrionale: il capitano Carlo Casati è un pilota italiano, al comando di una squadriglia di bombardieri. A causa di un guasto, il capitano atterra in una zona occupata dagli alleati, rischiando di cadere prigioniero. Con l'aiuto di alcuni contadini italiani, riesce a riparare il suo aereo e a rientrare nelle linee italiane con Anna che diverrà sua moglie.

Italia: il tenente Ferri dopo due anni rivede Laura, la donna di cui era innamorato e che aveva lasciato per non farla soffrire, lei da semplice operaia è diventata una cantante che allieta i militari in ospedale. Il loro confronto è doloroso ma un bacio suggella la loro riappacificazione. Subito dopo, durante un attacco aereo, Ferri viene colpito e precipita in mare.

Dopo l'armistizio il gruppo vola al sud; durante un volo di ricognizione l'aereo di Marchi viene colpito ma riesce a mettersi in salvo su una scialuppa. I soccorsi vengono sospesi a causa del maltempo e Marchi incontra in mare un altro aviatore abbattuto ma entrambi verranno recuperati già morti.

Terminata la guerra il comando decide di smantellare un vecchio velivolo ormai inutile, ma è l'unico che può affrontare una furiosa tempesta per portare a Milano una bambina colpita da paralisi respiratoria.

BibliografiaModifica

  • Piero Pruzzo, Enrico Lancia, Amedeo Nazzari, Gremese Editore, 1983, p. 150

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema