Apri il menu principale

Indicazione geografica protetta (Unione europea)

(Reindirizzamento da Indicazione Geografica Protetta)

«Articolo 2 Denominazione d'origine e indicazione geografica
1. Ai fini del presente regolamento, si intende per: a) «denominazione d'origine», il nome di una regione, di un luogo determinato o, in casi eccezionali, di un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare: —originario di tale regione, di tale luogo determinato o di tale paese, la cui qualità o le cui caratteristiche sono dovute essenzialmente o esclusivamente ad un particolare ambiente geografico, inclusi i fattori naturali e umani, e —la cui produzione, trasformazione e elaborazione avvengono nella zona geografica delimitata; b) «indicazione geografica», il nome di una regione, di un luogo determinato o, in casi eccezionali, di un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare: —come originario di tale regione, di tale luogo determinato o di tale paese e —del quale una determinata qualità, la reputazione o altre caratteristiche possono essere attribuite a tale origine geografica e —la cui produzione e/o trasformazione e/o elaborazione avvengono nella zona geografica delimitata.»

(Articolo 2, paragrafo 1, lettera b), del regolamento (CE) n. 510/2006[1])
Il marchio IGP

Il termine indicazione geografica protetta, meglio noto con l'acronimo IGP, indica un marchio di origine che viene attribuito dall'Unione Europea a quei prodotti agricoli e alimentari per i quali una determinata qualità, la reputazione o un'altra caratteristica dipende dall'origine geografica, e la cui produzione, trasformazione e/o elaborazione avviene in un'area geografica determinata.

Per ottenere la IGP quindi, almeno una fase del processo produttivo deve avvenire in una particolare area. Chi produce IGP deve attenersi alle rigide regole produttive stabilite nel disciplinare di produzione, e il rispetto di tali regole è garantito da uno specifico organismo di controllo.

Si differenzia dalla più prestigiosa denominazione di origine protetta (DOP), quindi, per il suo essere generalmente un'etichetta maggiormente permissiva sulla sola provenienza delle materie prime (che se previsto dai singoli disciplinari possono essere sia di origine nazionale che di origine comunitaria o talvolta anche extra-comunitaria), in quanto tutela le ricette e alcuni processi produttivi caratterizzanti tipici del luogo ma non per forza l'origine del prodotto nel suo intero complesso, se non quello della produzione finale. Ciò viene a volte concesso principalmente perché una produzione di materie prime a livello locale o nazionale destinata a tale scopo potrebbe non essere sufficiente per soddisfare la richiesta del prodotto a livello globale, o perché alcuni ingredienti di origine estera vengono considerati più idonei per loro specifiche caratteristiche organolettiche che hanno un ruolo determinante nella riuscita finale del prodotto.

Definizione nei vari PaesiModifica

Stato Sigla Definizione
  Austria g.g.A. geschützte geographische Angabe
  Belgio (FR) IGP
(NL) BGA
(FR) Indication Géographique Protégée
(NL) Beschermde Geografische Aanduiding
  Croazia ZOZP Zaštićena oznaka zemljopisnog podrijetla
  Danimarca BGB Beskyttet geografisk betegnelse
  Finlandia SMM Suojattu maantieteellinen merkintä
  Francia IGP Indication Géographique Protégée
  Germania g.g.A. geschützte geographische Angabe
  Grecia ΠΓΕ Προστατευομενη Γεωγραϕικη Ενδειξη
  Irlanda PGI Protected Geographical Indication
  Italia IGP Indicazione geografica protetta
  Lussemburgo IGP Indication Géographique Protégée
  Paesi Bassi BGA Beschermde Geografische Aanduiding
  Polonia ChOG Chronione Oznaczenie Geograficzne
  Portogallo IGP Indicação Geográfica Protegida
  Regno Unito PGI Protected Geographical Indication
  Spagna IGP Indicación Geográfica Protegida
  Svezia SGB Skyddad geografisk beteckning
  Slovenia ZGO Zaščitena geografska označba

SettoriModifica

I prodotti DOP e IGP vengono suddivisi nei seguenti settori:

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica