Apri il menu principale

Jacques Loussier

pianista e compositore francese
Jacques Loussier nel 2004

Jacques Loussier (Angers, 26 ottobre 1934Parigi, 5 marzo 2019) è stato un pianista e compositore francese.

Jacques Loussier nel 2008

BiografiaModifica

Iniziò a comporre musica a sedici anni, mentre era ancora studente al Conservatoire National de Musique a Parigi allievo di Yves Nat.

Divenne molto noto per le sue interpretazioni jazz di molte opere di Johann Sebastian Bach, quali ad esempio le Variazioni Goldberg. L'interpretazione e la combinazione inusuale caratterizzarono l'opera di Loussier che nel 1959 aveva dato vita al Jacques Loussier Trio, dove lui stesso suonava come pianista, Pierre Michelot al basso e Christian Garros alle percussioni. Il gruppo si specializzò nelle reinterpretazioni jazzistiche delle opere di Bach, apparendo molte volte dal vivo, in tour e concerti, e incidendo diversi dischi. In tutto, il trio ha venduto oltre sei milioni di album, riscuotendo il maggior successo del dopoguerra.

Nel 1978 il sodalizio si interruppe e Loussier realizzò un proprio studio di registrazione (Studio de Miraval) a Correns in Provenza, che gli servì per elaborare composizioni per strumenti acustici ed elettrici. Incise con musicisti del calibro dei Pink Floyd, Elton John, Sting e gli Yes.

Nel 1985 — in occasione dei trecento anni dalla nascita di Bach — rifondò il Play Bach Trio con due nuovi partner, il percussionista André Arpino e il contrabbassista Vincent Charbonnier. Le recenti incisioni comprendono alcune reinterpretazioni di opere di Erik Satie, Claude Debussy, Maurice Ravel, Antonio Vivaldi ed altri. Un'incisione, dal titolo Take Bach, si basa sugli adattamenti delle Pekinel sisters dei concerti per due o tre pianoforti di Bach.

Dal matrimonio con Sylvie, una stilista, gli nacquero cinque figli, uno dei quali Jean-Pierre, ha seguito le sue orme.

Discografia parzialeModifica

Colonne sonoreModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN24787792 · ISNI (EN0000 0001 1439 8011 · LCCN (ENn88654838 · GND (DE134601491 · BNF (FRcb138968176 (data) · NDL (ENJA001154676 · WorldCat Identities (ENn88-654838