James Ryan

Rugbista a 15 irlandese
James Ryan
Dati biografici
Paese Irlanda Irlanda
Altezza 203 cm
Peso 108 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Irlanda Irlanda
Ruolo Seconda linea
Franchigia Leinster Pro14
Carriera
Attività in franchise
2017-Leinster13 (0)
Attività da giocatore internazionale
2017-Irlanda Irlanda23 (15)
Statistiche aggiornate al 2 gennaio 2020

James Ryan (Blackrock, 24 luglio 1996) è un rugbista a 15 irlandese, che gioca come seconda linea nel Leinster in Pro14.

BiografiaModifica

Dopo alcune apparizioni con la squadra cadetta di Leinster nella British and Irish Cup, Ryan fece il suo esordio professionistico con la provincia irlandese durante la stagione 2017-18 del Pro14, vinta dalla franchigia con sede a Dublino. Nella stessa annata si laureò campione d'Europa vincendo la European Rugby Champions Cup 2017-2018 saltando un solo incontro tra quelli disputati da Leinster nella competizione.

A livello internazionale, Ryan ha guidato, come capitano, la rappresentativa under-20 irlandese alla finale del Campionato mondiale giovanile di rugby 2016 persa contro l'Inghilterra. Il commissario tecnico dell'Irlanda Joe Schmidt lo convocò per il tour estivo del 2017 senza che avesse mai giocato una partita di club a livello professionistico[1]; durante il tour debuttò, segnando una meta, nell'incontro con gli Stati Uniti[2]. Successivamente, nel novembre dello stesso anno, affrontò le sfide contro Sudafrica e Argentina. Fu uno dei protagonisti del Grande Slam irlandese al Sei Nazioni 2018 del quale giocò tutte le partite tranne quella contro l'Italia.

Al 27 maggio 2018, Ryan non ha mai perso una partita a livello professionistico.

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Patrick McCarry, Ireland set to announce shock summer tour inclusion, su sportsjoe.ie. URL consultato il 14 maggio 2018 (archiviato il 16 settembre 2017).
  2. ^ (EN) Earls Excels As Ireland Kick Off Tour With New Jersey Win, su irishrugby.ie, 11 giugno 2017. URL consultato il 14 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 13 giugno 2017).

Collegamenti esterniModifica