Apri il menu principale

Joachim von Sandrart

pittore, storico dell'arte e traduttore tedesco
Joachim von Sandrart
(Dal libro Zweihundert deutsche Männer, 1854)
Il Novembro, 1643
Busto di Sandrart nella Ruhmeshalle a Monaco di Baviera

Joachim von Sandrart detto il Vecchio (Francoforte sul Meno, 12 maggio 1606Norimberga, 14 ottobre 1688) è stato un pittore, storico dell'arte e traduttore tedesco.

BiografiaModifica

Ammiratore di Rubens, fu allievo di Honthorst ad Utrecht, nel 1623-27.

Nel 1633 fu nominato curatore della collezione d'arte del marchese Giustiniani: il primo volume del suo repertorio di palazzo Giustiniani (dove visse per tre anni) fu pubblicato nel 1635, corredato di disegni dei pezzi di statuaria più noti[1].

Gli si ascrive anche la possibile paternità di un dipinto post-caravaggesco, una Crocefissione di San Pietro proveniente proprio dalla collezione Giustiniani ed oggi all'Hermitage[2].

OpereModifica

ScrittiModifica

  • Insignium Romae templorum prospectus exteriores et inferiores, Norimberga, edito dall'autore stesso, 1690
  • Sculpturae veteris admiranda, sive delineatio vera perfectissimarum eminentissimarumque statuarum, Norimberga, Froberger, 1680
  • Teutsche Akademie der edlen Bau-, Bild- und Malereikünste, Norimberga, Uhl, 1994 (voll. 1–3, ristampa dell'edizione di Norimberga 1675-1679), ISBN 3-921503-79-5

TraduzioniModifica

  • Iconologia Deorum oder Abbildung der Götter welche von den Alten verehret wurden, Norimberga, Froberger, 1680

DipintiModifica

NoteModifica

  1. ^ Joachim van Sandrart, Galleria Giustiniani, 1635.
  2. ^ Leonard J. Slatkes, Review of «The International Caravaggesque Movement by Benedict Nicolson», Simiolus: Netherlands Quarterly for the History of Art, Vol. 12, No. 2/3 (1981 - 1982), p. 169.

BibliografiaModifica

  • Doris Gerstl: "Sandrarts Friedensmahl", in: Von teutscher Not zu höfischer Pracht: 1648-1701, a cura di Franziska Buchner et al., Colonia, DuMont, 1998, pp. 26-30 et passim.
  • Christian Klemm: Joachim von Sandrart: Kunstwerke und Lebenslauf. Berlino, Deutscher Verlag für Kunstwissenschaft, 1986.
  • Paul Kutter: Joachim von Sandrart. Strasburgo, Heitz, 1907.
  • Genealogisches Handbuch des Adels, Adelslexikon vol. XII (vol. 125 della serie totale), Limburg (Lahn), C. A. Starke Verlag, 2001, ISSN 0435-2408 (WC · ACNP).
  • Ludwig Bechstein (a cura di): Zweihundert deutsche Männer, Lipsia 1854.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN66562250 · ISNI (EN0000 0001 2102 0033 · LCCN (ENn85294063 · GND (DE118794396 · BNF (FRcb12454967w (data) · ULAN (EN500014974 · NLA (EN35526333 · CERL cnp00400507 · WorldCat Identities (ENn85-294063