Apri il menu principale

BiografiaModifica

Carriera sciisticaModifica

Sciatore polivalente, ottenne il primo piazzamento di rilievo in Coppa del Mondo il 27 novembre 1988 a Schladming (14º in supergigante) e nella stessa stagione partecipò per l'unica volta in carriera ai Campionati mondiali: nella rassegna iridata di Vail 1989 si classificò 9º in combinata.

Il 19 gennaio 1992 ottenne il suo miglior piazzamento in Coppa del Mondo: 5º nella combinata di Kitzbühel; meno di un mese dopo, ai XVI Giochi olimpici invernali di Albertville 1992 ottenne a sorpresa la medaglia d'oro nella combinata. Sulla pista Face du Bellevard di Val-d'Isère Polig fu sesto nella prova di discesa libera e quinto nella prova di slalom speciale. All'epoca la classifica della combinata non era data dalla somma dei tempi nelle due prove, bensì i distacchi dal primo in ogni gara venivano trasformati in punteggi e poi sommati. Complici l'assenza di Kjetil André Aamodt, l'uscita in discesa libera di Günther Mader e Marc Girardelli e i distacchi accumulati in slalom da Markus Wasmeier e Paul Accola, Polig vinse la combinata con il minor punteggio complessivo. A completare la soddisfazione degli italiani l'altrettanto insperato secondo posto di Gianfranco Martin, alla sua unica prestazione di prestigio[1]. Si classificò inoltre 5º nel supergigante e 9º nello slalom gigante.

Continuò a partecipare alla Coppa del Mondo fino alla stagione 1994-1995, bissando il suo miglior piazzamento (quinto posto) nella discesa libera di Lillehammer Kvitfjell del 20 marzo 1993. Continuò a gareggiare in circuiti minori (Coppa Europa, gare FIS, Campionati italiani) fino al ritiro, nel 1996.

Altre attivitàModifica

Molto stimato dai colleghi per il carattere gioviale, il suo soprannome nel Circo bianco era "Joe-Speck". Secondo la leggenda, avrebbe instaurato un florente commercio di speck altoatesino nel giro della Coppa del Mondo. Dopo il ritiro divenne titolare di un'attività commerciale di prodotti alimentari tipici a Vipiteno[senza fonte].

PalmarèsModifica

OlimpiadiModifica

Coppa del MondoModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 23º nel 1992

Campionati italianiModifica

RiconoscimentiModifica

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Scheda sulla gara su Sports-reference, su sports-reference.com. URL consultato il 12 ottobre 2014.
  2. ^ Campionati Italiani Assoluti di sci alpino, l'albo d'oro del GS maschile, in fisi.org, 29 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
    Campionati Italiani di sci alpino, l'albo d'oro della combinata maschile, in fisi.org, 24 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  3. ^ Collari d'oro 2015, su coni.it. URL consultato il 27 dicembre 2018.

BibliografiaModifica

  • (ENFR) Comité d'organisation des XVIes Jeux olympiques d'hiver d'Albertville et de la Savoie (Comitato organizzatore dei ZVI Giochi olimpici invernali di Albertville e della Savoia), Rapport officiel des XVIes Jeux olympiques d'hiver d'Albertville et de la Savoie/Official Report of the XVI Olympic Winter Games of Albertville and Savoie ( versione digitalizzata (PDF), su aafla.org. URL consultato il 3 agosto 2010.) ISBN 2-9507109-0-5

Collegamenti esterniModifica