Just Can't Get Enough (Depeche Mode)

Just Can't Get Enough
ArtistaDepeche Mode
Tipo albumSingolo
Pubblicazione7 settembre 1981
Durata3:41
Album di provenienzaSpeak & Spell
GenereSynth pop
New wave
Disco
EtichettaMute Records
ProduttoreDepeche Mode, Daniel Miller
Registrazione1981
Formati7", 12", CD
Certificazioni originali
Dischi d'oroRegno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 400 000+)
Certificazioni FIMI (dal 2009)
Dischi d'oroItalia Italia[2]
(vendite: 25 000+)
Depeche Mode - cronologia
Singolo precedente
(1981)
Singolo successivo
(1982)

Just Can't Get Enough è una canzone scritta da Vince Clarke e portata al successo dai Depeche Mode, estratta come secondo singolo dall'album d'esordio, Speak & Spell, il 7 settembre 1981.

BraniModifica

Just Can't Get EnoughModifica

La canzone è un pezzo synth pop ed è il primo singolo della band ad essere pubblicato negli Stati Uniti.

La single version del brano è la stessa che appare nell'edizione inglese di Speak & Spell. La Schizo Mix, caratterizzata da una versione più estesa e con una introduzione differente, è inclusa nella versione statunitense di Speak & Spell e nella successiva ristampa inglese dell'album, inoltre è presente nelle raccolte The Singles 81-85, Remixes 81-04 (in versione remixata) e The Best of Depeche Mode, Volume 1.

Just Can't Get Enough ha raggiunto la posizione numero 8 della Official Singles Chart e la numero 26 della Hot Dance Club Play statunitense, diventando uno dei primi successi dei Depeche Mode.

Nel marzo 1985 rientrò nelle classifiche in una versione dal vivo registrata all'Hammersmith Odeon di Londra come parte dell'extended play Love, in Itself.

VideoModifica

Il video musicale del singolo è il primo ufficiale della band e si svolge in due posti diversi: uno è al coperto simile ad un parcheggio dove il gruppo esegue la canzone con tre ragazze che ballano, e l'altro in un bar dove il gruppo chiacchiera e beve i frullati con le stesse ragazze.

Diretto da Clive Richardson, è l'unico video della band con Vince Clarke.

Alcuni spezzoni del video compaiono in Martyr.

Any Second NowModifica

B-side del singolo è Any Second Now, primo pezzo strumentale ad essere commercializzato dalla band. Una versione cantata del brano, chiamata "Voices", è presente in Speak & Spell. B-side statunitense del singolo è stata Tora! Tora! Tora!.

TracceModifica

45 giri (Regno Unito) 7Mute16
  1. Just Can't Get Enough (Album Version) – 3:41
  2. Any Second Now (Single Version) – 3:06
78 giri (Regno Unito) 12Mute16
  1. Just Can't Get Enough (Schizo Mix) – 6:43
  2. Any Second Now (Altered) – 5:41
CD singolo (Regno Unito) CDMute16 - Pubblicato nel 1991
  1. Just Can't Get Enough (Album Version) – 3:45
  2. Any Second Now (Single Version) – 3:09
  3. Just Can't Get Enough (Schizo Mix) – 6:48
  4. Any Second Now (Altered) – 5:42
45 giri (Stati Uniti) SRE50029
  1. Just Can't Get Enough (Album Version) – 3:41
  2. Tora! Tora! Tora! (Album Version) – 4:23

Tutte le canzoni sono scritte da Vince Clarke, eccetto Tora! Tora! Tora! scritta da Martin Lee Gore.

ClassificheModifica

Classifica (1981) Posizione
massima
Australia[3] 4
Belgio (Fiandre)[4] 30
Francia[5] 31
Irlanda[6] 16
Nuova Zelanda[4] 29
Regno Unito[7] 8
Spagna[8] 18
Stati Uniti (dance club)[9] 26
Svezia[4] 14
Classifica (1985) Posizione
massima
Belgio (Fiandre)[10] 8
Paesi Bassi[10] 10

RiconoscimentiModifica

  • Rolling Stone - "100 Greatest Pop Songs" (69º posto)
  • Blender Magazine - "The 500 Greatest Songs Since You Were Born" (62º posto)
  • VH1 - "100 Greatest Songs of the 80's" (66º posto)

Performance dal vivo nei tourModifica

La canzone è stata eseguita dal vivo nei seguenti tour:

Citazioni e omaggiModifica

Versione delle The SaturdaysModifica

Just Can't Get Enough
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaThe Saturdays
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1º marzo 2009(Digitale)
2 marzo 2009 (Fisico)
Durata3:08 (radio version)
3:18 (video version)
Album di provenienzaChasing Lights
GenereElettropop
Dance pop
Pop
EtichettaPolydor Records
Registrazione2009
FormatiCD
Certificazioni
Dischi d'argento  Regno Unito[12]
(vendite: 200 000+)
The Saturdays - cronologia
Singolo precedente
(2009)
Singolo successivo
(2009)

Just Can't Get Enough un singolo del 2009 della girl band britannica The Saturdays, distribuito in beneficenza della Comic Relief. Il singolo è stato utilizzato come quarto estratto dal loro album di debutto Chasing Lights.

StoriaModifica

Il singolo è stato presentato per la prima volta al The Chris Moyles Show il 9 febbraio 2009, in seguito distribuito per il download digitale il 1º marzo e per la vendita fisica il 2 marzo raggiungendo in pochi giorni la posizione numero 2 della Official Singles Chart, piazzandosi dietro al singolo di Flo Rida Right Round. Il singolo è entrato nella Top Ten della classifica irlandese, posizionandosi alla numero 9 e alla numero 10 della Eurochart Hot 100 Singles.[13]

VideoclipModifica

Il videoclip del brano è stato presentato in anteprima su MSN il 9 febbraio 2009. Il video mostra le cinque ragazze, attraverso vari cambi d'abito, interpretare cinque pin-up rappresentando icone e stili degli anni cinquanta.

Nel videoclip le Saturdays, tra gli altri strumenti ottici, utilizzano anche un visore View-Master.

TracceModifica

UK Physical Single

  1. Just Can't Get Enough (Radio Mix) — 3:08
  2. Golden Rules — 3:50

UK Digital Single

  1. Just Can't Get Enough (Radio Mix) — 3:08
  2. Just Can't Get Enough (Video Mix) — 3:18
  3. Just Can't Get Enough (Wideboys Club Mix) — 5:06
  4. Just Can't Get Enough video (iTunes Edition Only) — 3:30

.[senza fonte]

ClassificheModifica

Classifica (2009) Posizione
massima
Irlanda[6] 6
Regno Unito[14] 2

NoteModifica

  1. ^ (EN) Just Can't Get Enough, British Phonographic Industry. URL consultato il 14 novembre 2019.
  2. ^ Just Can't Get Enough (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  3. ^ (EN) David Kent, Australian Chart Book 1970–1992, Australian Chart Book, St Ives, N.S.W, 1993, ISBN 0-646-11917-6.
  4. ^ a b c (NL) Depeche Mode - Just Can't Get Enough, Ultratop. URL consultato il 9 agosto 2015.
  5. ^ (FR) Accès direct à ces Artistes, InfoDisc. URL consultato il 9 agosto 2015. Selezionare "DEPECHE MODE" e premere "OK".
  6. ^ a b (EN) Database, The Irish Chart. URL consultato il 9 agosto 2015.
  7. ^ (EN) Official Singles Chart Top 75: 11 October 1981 - 17 October 1981, Official Charts Company. URL consultato il 9 agosto 2015.
  8. ^ (ES) Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1ª ed., Spagna, Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, ISBN 84-8048-639-2.
  9. ^ (EN) Depeche Mode Chart History, su Billboard. URL consultato il 9 agosto 2015.
  10. ^ a b (NL) Depeche Mode - Just Can't Get Enough (Live), Ultratop. URL consultato il 9 agosto 2015.
  11. ^ Just Can't Get Enough - Song - The Celtic Wiki
  12. ^ (EN) Just Can't Get Enough, British Phonographic Industry. URL consultato il 9 agosto 2015.
  13. ^ (EN) European Hot 100 Singles, billboard.com. URL consultato il 15 marzo 2009.
  14. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100: 08 March 2009 - 14 March 2009, Official Charts Company. URL consultato il 9 agosto 2015.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica